I croxetti o corzetti della tradizione ligure

Finalmente riesco a scrivere di loro, i croxetti o corzetti, pasta tipica della tradizione ligure, anche se non proprio famosissima come le trofie o i pansotti.

Si tratta di una pasta fresca a forma di medaglione, caratterizzata da un decoro su ambo i lati.

Originariamente (nel medioevo) pare vi fosse impresso lo stemma di famiglia.

Oggi i croxetti si trovano con diversi decori che vengono impressi sulla pasta con stampi in legno composti da due pezzi finemente intagliati, una delle due parti serve anche per ritagliare il medaglione.

Qui dalle mie parti solitamente si trovano al supermercato tra i prodotti tipici regionali.

Io li ho conosciuti solo qualche anno fa, nella bottega di Pietro Picetti a Varese Ligure, l’artigiano che ha realizzato i miei stampi.

La cosa particolare è che questi sono entrati a far parte della mia collezione di oggetti preziosi per la cucina solo quest’anno, come regalo di compleanno. ♥

Così finalmente mi sono messa all’opera e ho prodotto i miei primissimi croxetti.

Il disegno sullo stampo oltre che donare una bellissima decorazione, ha lo scopo di trattenere il condimento.

Questa pasta si può condire con il classico pesto o la salsa di noci ma anche una salsa a base di pinoli, che però io non ho mai preparato.

La ricetta che riporto è tratta dal libro La cucina della Lunigiana di Angelo Paracucchi, celebre ristoratore che negli anni 70 aprì a due passi da casa mia la famosa Locanda dell’Angelo. La stessa ricetta è riportata in copia nella confezione dello stampo, con qualche nota storica dei croxetti.

Una cosa particolare che ho notato è che alcuni ingredienti dell’impasto non sono stati scritti nel procedimento, probabilmente un errore di stampa, quindi anche io non li ho messi, anche perché sono burro e parmigiano più probabili per il condimento finale.

Un’altro piccolo appunto, quelli che si trovano al supermercato non hanno le uova ma solo acqua e farina.

Io non metto sale nell’impasto, in quanto lo metto nell’acqua di cottura.

Ingredienti per i croxetti:

  • 600g farina 0
  • 3 uova
  • acqua q.b.

Su di una spianatoia formare la fontana, rompere al centro le uova ed aggiungere mano a mano tanta acqua quanto basta ad ottenere un impasto sodo.

Lasciare riposare almeno mezz’ora.

Con il mattarello o con la macchina per la sfoglia (io ho usato questa al numero 4) stendere la pasta nello spessore di qualche millimetro.

Infarinare bene la sfoglia e ritagliare con la parte apposita dello stampo i medaglioni. A questo punto imprimerli appoggiandoli sulla base decorata schiacciando con l’altro pezzo dello stampo, in questo modo otterremo il disegno da entrambi i lati.

Disporre mano a mano su vassoi di carta ben infarinati ad asciugare.

Cuocere in acqua salata come la classica pasta, consiglio di tenerli un pò al dente.

Io li ho conditi con il pesto, buonissimi e trattengono davvero il condimento che è una meraviglia.

Potete anche farli essiccare del tutto, si conservano bene anche per una settimana, in questa maniera si potranno preparare con un pò di anticipo. Essiccandoli completamente si arricceranno e la pasta tenderà a scurirsi ma è del tutto normale.

Tutto sommato non è una pasta che richiede molto tempo in fatto di preparazione, il più è infarinare bene la pasta così da non farla attaccare agli stampi.

Che ne dite vi piacciono? Se vi interessa lo stampo, li potete trovare a Varese Ligure, ma anche in qualche negozio di souvenir a quanto mi hanno detto. Altrimenti se ne trovano molti anche online ma prodotti in serie che per bellezza non sono proprio lo stesso.

Se vi piace la cucina ligure vi consiglio di provare anche i pansotti alla salsa di noci o il farro con patate, fagiolini e pesto.

Alla prossima! ;-)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Primi Piatti, Ricette Tipiche
PRECEDENTE
SUCCESSIVO

2 Comments

  • Reply
    LaRicciaInCucina
    3 Agosto 2020 at 08:17

    Meravigliosi! Ci credo che quello stampo sia entrato nella tua collezione degli oggetti preziosi :-).

    • Reply
      Annalisa
      3 Agosto 2020 at 09:11

      Grazie! Li adoro, sono troppo belli, poi il fatto a mano è tutta un’altra cosa! :-)

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.