Dalla Vallarsa alla Valtiberina con Aboca

Aboca

Ricordate questa estate… A Seminar La Buona Pianta ? Se non lo ricordate leggete il post di quella bellissima avventura, avvenuta grazie ad Aboca che questa volta a condotto il team a visitare e scoprire l’azienza nella sua sede.

Che dire, tante sarebbero le cose… inizio dicendo che non sono rimasta delusa e anzi ho avuto una conferma in più su quanto sia meravigliosa e coerente questa azienda che produce rimedi a base di erbe medicinali per la salute e il benessere della persona. La conoscevo già, sono sempre stata appassionata della cura a base di piante, tanto da fare decotti con la malva, suffumigi con pino, rosmarino etc etc e comprando qualche loro prodotto all’occorrenza ;-) dunque dell’invito di questa estate e quello di ora non potevo che esserne felice!

Cercherò con qualche immagine come sempre, di raccontare queste diciamo 24 ore circa!

Venerdì mattina, partenza non tanto all’alba per fortuna! Raggiungo con il treno Firenze, “raccattando” a Pisa Nicola ;-D chiacchere da amici che non si rivedono da un pò e tempo zero siamo nella mia adorata Firenze… aspettiamo Sara, mentre Tommy è già pronto in auto a farci da tassista fino a San Sepolcro, dove si trova la sede dell’azienda. Tempo zero siam già fermi all’autogrill ahahahah ;-D ma tanto ci aspettano per le 12 ce la possiamo fare!

Ci dirigiamo verso il luogo dove alloggeremo; il Relais Palazzo di Luglio un posto da favola a pochi kilometri dal centro di San Sepolcro. Come ci racconta il proprietario (un entusiasmato 75enne ;-) questo luogo era un’antica residenza estiva, è stato sistemato e persino il fienile è stato adibito a camera, chiamarlo camera è riduttivo… comunque nemmeno a dirlo che appena messo piede nella stanza ho esclamato: “ciao, io rimango a vivere qui!” ahahahahah adoro la quiete della campagna e li c’è davvero, consigliato per qualche giorno di relax estivo dato che c’è anche la piscina.

Finestra

Tempo di sistemarci, salutare e abbracciare tutti… si parte verso la “mensa” di casa Aboca. Che è questa qui sotto che si vede dai campi…

Mensa

Ehm avevamo tutti un pò famina! Comunque mensa è una parola veramente riduttiva per questo posto!

Il menù porta scritto: “Mangiare sano per vivere meglio. La nostra cucina utilizza nelle sue preparazioni materie prime fresche, biologiche prive di qualsiasi trattamento a base di pesticidi o di altri prodotti nocivi per la salute. Cuciniamo ogni giorno cercando di rispettare gli equilibri naturali, con prodotti a kilometri zero e che abbiano il minor impatto possibile sull’ambiente. Il risultato è una cucina genuina, buona, semplice che fa bene a noi e non fa male all’ambiente.”

Immaginate me e quanto fossi felice di questo! Purtroppo ho solo una foto dei biscottini, ero troppo affamata per documentare tutto!

Dolcetti

La bellissima fontana situata davanti agli uffici… un’opera d’arte! L’adoro!

Fontana

Divago… comunque dopo esserci riempiti per bene lo stomaco, ci dirigiamo verso i laboratori e gli stabilimenti produttivi, così posso dire di essere stata anche a Perugia! ahahahahah si perchè sono situati li e noi ora siamo praticamente al confine! Avevo immaginato che ci fosse la probabilità per via dell’igiene  di mettersi qualche cosa addosso tipo retina per i capelli… ma così! ;-D

Siamo una squadra meravigliosa comunque!!! Sapete le risate!!! ;-D (la foto è di qualche telefono! ;-D)

531609_10200736544037071_1553178722_n

E’ stata una visita guidata interessantissima, siamo partiti dalla spiegazione del raccolto al prodotto finito e confezionato, passando attraverso a invenzione, innovazione, controlli di qualità, pulizia etc etc… insomma un piccolo mondo!

Tutti molto divertiti e soddisfatti, dopo un caffè e una tisana, ce ne torniamo in hotel… ci aspettano relax e cena!

La cena! Deliziosa! il cuoco ovvero il proprietario dell’hotel  improvvisa per noi dopo l’antipastino con crostini al pomodoro e tipici toscani coi fegatini… un mix di tagliatelle ai funghi e ravioli ricotta e spinaci…  Per secondo; filetto per carnivori… mozzarelle, ricotta fresca e patate al forno per tutti! Ommiodio come era buona quella mozzarella *_* pareva una burratina!!! Fragole per concludere in dolcezza, cena e serata! Vabbè prima abbiamo fatto momento social sui divanetti del salotto e poi tutti a nanna!

La mattina ti svegli verso le otto, apri la finestra e respiri la campagna! Si erano i pensieri di una vecchiaia felice… e pensare che io vivo già in campagna! Si scende per la colazione, chi prima chi dopo… cappuccino, fette di torte casalinghe e poi si può cominciare la giornata!

foto

Il pulmino ci attende, si torna verso la sede di Aboca per visitare i campi e apprendere qualcosa da Fabrizio Zara (l’agronomo?!) sulle piante e le coltivazioni che circondano l’azienda. Purtroppo di questa stagione i campi sono un pò vuoti ma è stato comunque molto interessante. E tra parentesi non ci facciamo mai mancare le scarpinate, vuoi che sia montagna o collina!!! ;-D

Edera

Pronti… attenti… via! nuovamente in movimento, questa volta per dirigerci nel centro di San Sepolcro, visitiamo l’Aboca Museum.

Posso usare ancora la parola: meraviglioso?! eò è così! Ricchissimo di storia, pezzi davvero stupendi, dai libri ai vasi, alle bottigliette di vetro, i pezzi per la cucina, i kit da “viaggio” del farmacista… mamma mia! merita davvero tantissimo!

Sotto alcune delle cose che più hanno attirato la mia attenzione…

Vaso Viso

I semi di lino!!! Io li vedo più o meno tutti i giorni intorno a me! eheheheh

Lino

Una cucina, ecco la vorrei così io *.*

Cucina

e poi ci sono le erbette, tutte da toccare e annusare…

Calendula…

Calendula

Malva…

Malva

un meraviglioso soffitto…

Appese

notate il libro sulla destra… non esistono più cose così!

Libro segreto

L’avventura va concludendosi ma non prima di una sosta allo shop del museo, dove si fa scorta di prodotti! E poi ancora un pranzetto insieme dove si scambiano le ultime chiacchiere e risate.

Tirando le somme direi che sono state delle ore davvero piacevoli e sono stata molto felice nel ritrovare i vecchi amici dell’avventura precedente.

Ringrazio dunque Aboca e nello specifico Alessia per averci invitato poi Luca (detto anche l’orso ;-) Tommaso, Nicola, Sara, Chiara, Francesca, Andrea, Emmanuela e Marco è stato un piacere passare del tempo con voi!

E ora non mi resta che dirvi… alla prossima!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Racconti dalla cucina
PRECEDENTE
SUCCESSIVO

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.