Pizza in casa come nel forno a legna

Pizza

Che a me piace cuocere nel forno a legna è abbastanza risaputo però ci sono quelle giornate che da noi si dice; “viene un’acqua che Dio la manda” e allora mi torna un pò scomodo andare fuori a trafficare con la legna e magari il vento che da noi è proprio di casa.

Una soluzione per cuocere la pizza in casa come nel forno a legna c’è ed è questa: la piastra da forno Pepita della Domital qualità 100% Made in Italy. Come spiegano i produttori è una piastra in argilla refrattaria che resiste molto bene agli sbalzi termici ed anche agli urti. Io ho testato che è anche di facile pulizia con l’aiuto di una paglietta da cucina.

Ho avuto il piacere di provare Pepita la settimana scorsa, per preparare la pizza in una serata di quelle che dicevo prima (pioggia, lampi, tuoni!) per iniziare ed essere pronta all’uso ho letto per bene le istruzioni (come mio solito) che sono fornite nella confezione della piastra, con anche una pratica pala di legno utile specialmente per la pizza ed un ricettario.

Sul sito ne potete trovare di due grandezze e anche la versione antiaderente ideale per cuocere carne o pesce. Se volete informazioni su acquisto e prezzi potete rivolgervi a questo indirizzo email info@domital.it.

Il tempo di riscaldamento nel mio caso in forno elettrico è stato di circa un’ora ma mi sono tenuta bassa con la temperatura tipo 180° la prossima volta proverò a riscaldarla in forno un pò più alto tipo 200° per provare diversi tipi di cottura. In questo caso la pizza ha cotto per circa 20 minuti, formando una crosta bella croccante e rimanendo morbida sotto. Suppongo che con la piastra ancora più calda ci metta minor tempo e diventi più uniforme la cottura sia sopra che sotto.

Per la mia pizza come per tutto il resto utilizzo la pasta madre, in genere uso questa ricetta variando però la farina a seconda del momento e di quella che ho a disposizione. Con le dosi che riporto vengono fuori due pizze di misura classica! Per la parte finale utilizzo esclusivamente mozzarella e non quei surrogati di formaggio filante, con l’accortezza però di farle perdere il siero tenendola in un colino per diverse ore.

Io effettuo l’operazione a mano non avendo a disposizione la planetaria, voi fate come volete! ;-p

Ingredienti per la base della pizza:

  • 150g farina farro
  • 200g farina 0
  • 150g farina manitoba
  • 125g pasta madre rinfrescata
  • 25g olio extravergine d’oliva
  • 250g acqua
  • 12g sale

Ingredienti per il condimento:

  • mozzarella q.b.
  • salsa di pomodoro q.b.
  • capperi & origano
  • olio extravergine d’oliva q.b.

Spezzettare la pasta madre e mescolarla con l’acqua.

Aggiungere tutte le farine precedentemente miscelate e iniziare ad impastare, dopo qualche minuto aggiungere l’olio e il sale.

Impastare e impastare e lanciare la pasta molto forte sulla spianatoia, io lo prendo un pò anche come metodo antistress, la lancio pensando sia la testa di qualcuno che mi ha fatto arrabbiare! Ahahahah scherzo! ;-p

A questo punto dare la forma di una palla e mettere a lievitare per circa un’ora, in una ciotola coperta con una tovaglia.

Trascorso questo tempo dividere l’impasto in due e formare due palline, ecco qui ci sarebbe una tecnica precisa per farlo, ma vai a capire se la fai bene! L’importante è che riusciate a formare le palline lasciano la piegatura sotto e facendola sparire mano a mano che le roteate su se stesse.

Capito vero?! >.<

A questo punto coprire con una tovaglia e a seconda di com’è la vostra cucina anche con qualcosa di più, la mia è molto fredda dunque io metto sopra un maglioncino di lana.

Portare a lievitazione. Considerate che quando preparo la pizza impasto verso le due circa del pomeriggio e alla sera cuocio intorno alle sette e mezza/otto, ovviamente tutto va in base alla pasta, non avendo camere apposite di lievitazione è impossibile dare indicazione precise dei tempi.

Riscaldare il forno con all’interno la piastra a mezza altezza almeno un’ora prima di infornare, come descritto sopra. Vi ricordo che anche qui i tempi variano a seconda del tipo di forno che avete etc etc… Si deve provare una prima volta per capire qual’è la temperatura e il tempo che fa al caso nostro, in ogni caso considerata che sarà difficile che qualcosa bruci sulla piastra refrattaria dunque anzi un pò di più in forno che di meno!

Una volta pronta la pasta stendere nello spessore che più vi piace (nel mio caso piuttosto sottile) cercando di lasciare i bordi un pò rialzati. Disporre la base sulla pala ben infarinata e molto velocemente mettere pomodoro, capperi, un filo d’olio e un pizzico di sale.

Infornare velocemente sulla piastra (potete tirarla fuori direttamente con la griglia) spostando la pizza dalla pala con dei leggeri colpetti. Se preferite potete mettere la pizza (come suggerisce il ricettario fornito con la piastra) su di un pezzo di carta da forno, sarà così più semplice spostarla.

Pizza cotta sulla pietra refrattaria

Portare a cottura, controllare di tanto in tanto e quando i bordi saranno leggermente dorati potete sfornare e completare con la mozzarella a pezzi. Infornare nuovamente fino a scioglimento dopodiché servire!

Io l’ho spostata su di una teglia, mi mancano ancora i piattoni da pizza! e anche perchè poi ho dovuto cuocere l’altra! Ecco, se avete il forno misura standard si cuoce una pizza per volta anche se si potrebbe fare in versione quadrata ed ecco che ci si mangia in più. Comunque noi da brava coppia ci dividiamo pure la pizza! ;-p

Bè che dire vi ho convinto all’acquisto? Io alla prossima occasione provo a fare il pane e dato che in questi giorni sta nevischiando mi sarà molto utile “il forno a legna in casa”! ;-)

Alla prossima!

  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares
Lievitati Salati
PRECEDENTE
SUCCESSIVO

4 Comments

  • Reply
    monica
    25 Febbraio 2015 at 09:46

    ciao!!! ma che bell’angolino mi hai fatto trovare!!!! e mi sono fermata qui, sul mio piatto preferito!
    Ho tutto, pure la pasta madre e questa magnifica piastra… mi sa che presto provo! buona giornata!

    • Reply
      Lisa
      25 Febbraio 2015 at 10:32

      Grazie! Se poi ti piace fammi sapere! ;-)

  • Reply
    Maria Grazia
    26 Febbraio 2015 at 17:36

    Ciao, Lisa. Sono felice che tu mi abbia fatto visita. Mi hai dato l’opportunità di conoscere questo tuo blog che trovo bellissimo e ricco di idee e di spunti interessantissimi. Ho iniziato la lettura della pagina relativa agli ingredienti che utilizzi e ne sono affascinata.
    Grazie ancora e a prestissimo!
    MG

    • Reply
      Lisa
      26 Febbraio 2015 at 20:51

      Ma grazie a te per aver ricambiato! Sono felice che ti piaccia la mia seconda casa! A presto!

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.