Pan brioches all’olio d’oliva

pan brioches all'olio d'oliva

Puntualmente ogni settimana devo impastare qualcosa di lievitato, dolce o salato che sia. Dico devo perché se hai la pasta madre lo sai, è un impegno che richiede costanza ma anche passione, insomma è un pò come un matrimonio se non peggio! Ahahahahah

Oggi non avevo voglia di fare la pizza e volevo provare qualcosa di nuovo, evitando il mio solito pane burroso (ma comunque buonissimo, provate anche quello! ;-D) così sfogliando un vecchio numero di Sale & Pepe Veg ho trovato questa ricetta del pan brioches all’olio d’oliva, tranne che quello era fatto con il lievito di birra, così ho preso solo uno spunto e ho sperimentato un pò facendo anche un errore di peso dell’olio che oramai era irreparabile ma alla fine incrociando le dita ne è venuto fuori un pane di una consistenza particolare e con una bella crosticina friabile.

Questo pan brioches può essere gustato con il dolce o il salato a vostro piacimento, anche se io lo preferisco decisamente con della marmellata o della buona cioccolata spalmabile.

Come liquido all’interno dell’impasto ho usato il latte vegetale, di mandorla per la precisione ma si può sostituire con quello di riso o il latte vaccino, a voi la scelta. Aggiungetene poco per volta per essere certi di non eccedere o nel caso qualcosa di più se l’impasto lo richiedesse.

pan brioches all'olio d'oliva fette

Ingredienti:

  • 300g farina 1
  • 100g pasta madre
  • 80g olio d’oliva
  • 30g zucchero di canna
  • latte di mandorla 130g (circa)
  • sale q.b.

Spezzettare la pasta madre e metterla in una ciotola con la metà del latte leggermente intiepidito, mescolare bene fino a quando si sarà quasi sciolta del tutto.

A questo punto unire la farina e il restante latte, poco per volta, impastare bene ed aggiungere anche l’olio versandolo a filo e il sale. Potrebbe essere necessario di aggiungere ancora un pò di latte per ottenere la giusta consistenza, ovvero un panetto abbastanza sodo.

Impastare energicamente il tutto formando un panetto che avrà una consistenza piuttosto oleosa e che difficilmente si attaccherà al piano di lavoro.

Disporre a lievitare in una ciotola coperto, dovrà duplicare il proprio volume. Nel mio caso ci sono volute circa otto ore. Iniziando al mattino presto alla sera si avrà il pane pronto.

Trascorso questo tempo ricavare dall’impasto otto pezzi più o meno della stessa dimensione e formare delle palline.

Foderare di carta da forno uno stampo da plum cake e disporre all’interno le palline una di fianco all’altra leggermente sfalsate. Coprire con della pellicola e fare lievitare nuovamente fino al raddoppio. Qui su Instragram potete vedere una foto del pane lievitato al punto giusto.

Una volto pronto, spennellare la superficie con del latte e cuocere in forno caldo a 200° per circa 30/40 minuti, abbassando il forno a 180° dopo che avrà preso il primo colore.

Sfornare e fare raffreddare su di una gratella. Io normalmente lo copro per evitare di avere una crosta troppo dura, a questo modo trattiene più umidità ed ha una consistenza che mi piace.

Appena raffreddato e dopo averlo fotografato me ne sono presa una fetta e l’ho spalmata di cioccolata, divino! A casa è piaciuto molto anche come accompagnamento durante la cena.

p.s. E adesso vado a fare colazione, dopo tre giorni il pane è ancora ottimo, basta scaldarlo leggermente e tornerà fragrante.

Alla prossima e buona domenica! ;-)

  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares
Lievitati Dolci, Lievitati Salati
PRECEDENTE
SUCCESSIVO

2 Comments

  • Reply
    Ana
    22 Agosto 2017 at 23:26

    Ciao! Ti seguo da tanto e ho già fatto molte tue ricette.
    Ora ho cliccato su un tuo post e da lì sul tuo blog e non faccio che salvare ricette da preparare ;-)
    Adoro le preparazioni con l’olio di oliva e così questo pane non mi è affatto passato inosservato. Però io non ho il lievito madre…potresti svelarci la quantità di lievito di birra necessaria?
    Grazie mille e complimenti per tutto il tuo lavoro,
    Un abbraccio,
    Ana

    • Reply
      Lisa
      23 Agosto 2017 at 20:40

      Ciao Ana! mi ricordo di te! Innanzi tutto grazie mille!
      Sostituire il lievito madre con quello di birra non è cosa semplice, perchè vuol dire che intanto andrà diminuita la quantità di liquido all’interno della ricetta, comunque un cubetto normalmente si usa per 1 kilo di farina dunque per questa ce ne vorrà un pó meno della metà. Potresti provare a mettere 4 etti di farina invece di 3 e ad aggiungere gradatamente il liquido per essere sicura di non metterne troppo. Sciogli prima il lievito di birra in un pó di liquido e poi procedi come da ricetta, sempre considerando che lieviterà più in fretta!
      Spero di esserti stata utile! A presto. :-)

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.