Colomba a lievitazione naturale

Colomba a lievitazione naturale

Ebbene ho deciso anche quest’anno di fare la colomba a lievitazione naturale.

Negli episodi precedenti:

  • marzo 2008 avevo fatto un tordo a detta di alcuni…
  • aprile 2009 notavo un margine di miglioramento rispetto al 2008  (in tutti i sensi dalla realtà alla fotografia)
  • non pervenute colombe negli anni 2010/2011 che forse le ho anche fatte ma non mi ricordo! ;-D

Vorrei anche far notare che tali esperimenti all’epoca venivano eseguiti a mano O_O quest’anno ho un’impastatrice che farà il lavoro sporco! ;-D

Comunque tutto questo per dire che ero in giro e ho visto gli stampi alla Coop e allora non potevo non riprovarci seriamente.

Partirò adesso ore 19,00 di domenica, andiamo a pesare gli ingredienti.

Primo impasto per la colomba a lievitazione naturale:

  • 175g pasta madre (rinfrescata almeno 3 volte)
  • 125g zucchero di canna
  • 100g tuorli
  • 190g acqua
  • 135g burro
  • 500g farina manitoba

Mettere nell’impastatrice la pasta madre con l’acqua tiepida e avviare per qualche minuto dopodichè aggiungere lo zucchero con la metà dei tuorli, riavviare l’impastatrice e aggiungere la farina.

Lavorare fino a  quando sarà ben amalgamato e a quel punto aggiungere i tuorli rimanenti. Quando l’impasto avrò assorbito anche questi aggiungere il burro morbido a fiocchetti. Continuare a lavorare fino a quando si ottiene una palla liscia che si stacca dalle pareti.

Porre a lievitare l’impasto fino a quando sarà triplicato di volume. Sono le ore 19,30 inizia la luuunga lievitazione… speriamo!

Ore 21.09 lo guardo li dentro alla sua ciotola, e lo vedo! si! è lievitato! di 2 millimetri! Bwuahahahahah ;-D

Scherzi a parte domani ci sarà la continuazione…

Intanto io oggi ho festeggiato la Pasqua in anticipo con i miei superAmici e voi no! ;-p

Alle ore 06.00 di stamattina, era lievitato a metà…

Primo impasto

Quando sono tornata alle 12 era lievitato un sacco, forse anche troppo! ;-)

Colomba a lievitazione naturale

E allora si parte con il secondo impasto.

Secondo impasto per la colomba a lievitazione naturale:

  • 125g zucchero di canna
  • 1 cucchiaino di miele di acacia
  • 50g acqua
  • 100g tuorli
  • 250g farina 00
  • 125g burro
  • 8g sale
  • i semini di mezza bacca di vaniglia
  • la buccia grattugiata di un’arancia
  • cioccolato fondente a pezzetti q.b. (io 50g)

Serviranno inoltre:

  • 150g zucchero di canna
  • 30g mandorle sgusciate (più una decina)
  • bianco d’uovo q.b.

A questo punto trascorse (nel mio caso) mille ore, ehm diciamo circa 16, il panetto della sera precedente è bello lievitato e si può passare alla fase successiva.

Mettere il panetto nell’impastatrice, unire lo zucchero, l’acqua e la metà dei tuorli. Avviare e dopo qualche minuto aggiungere la farina.

Quando l’impasto avrà assorbito tutta la farina unire i tuorli avanzati.

Lavorare fino a quando l’impasto prende elasticità, a quel punto unire i semini di vaniglia, la buccia di arancia, il miele, il burro e il sale precedentemente amalgamati.

Impastare nuovamente fino a completo assorbimento del burro.

Unire anche i pezzetti di cioccolato ma solo all’ultimo.

A questo punto si divide in due l’impasto e si lascia riposare per circa un’ora sulla spianatoia, scoperto, prima di essere messo a lievitare negli stampi. Trascorso questo tempo, date una forma leggermente allungata al panetto e mettete nello stampo.

Ecco adesso sono le 14 circa e le colombe hanno iniziato la fase lievitazione.

Colombe a lievitazione naturale in forma

Vi tengo aggiornati!

Io le faccio lievitare così chiuse in un sacchetto al riparo da correnti d’aria, non avendo un posto caldo dove tenerle, infatti la lievitazione è molto lunga anche per questo motivo.

Colomba, fase lievitazione finale

Martedì 3 Aprile.

Dopo svariate cose successe nelle serata di ieri, tra cui l’aver preso un mega virus che trovate in rete con il nome guardia di finanza e dunque dopo esser stata tutta sera a trovare una soluzione con mio fratello per non formattare… sono riuscita a cuocere quelle benedette colombe! e che ore erano??? le 23.15 ç_ç mi veniva da piangere ero stanca e incavolata nera per quel virus, immaginate le scene di una isterica che non si può connettere con gli amici e non può pubblicare foto o peggio vedere le sue serie tv che erano li che l’aspettavano! Sì ero io.

A questo punto preparare la glassa:

Frullare in un mixer le mandorle sgusciate con lo zucchero, unire del bianco d’uovo fino ad ottenere un composto spalmabile. Non fate come me che l’ho fatto troppo liquido!

Stendere delicatamente sopra le colombe ed aggiungere anche delle mandorle intere.

Cuocere in forno preriscaldato a 165° per 50 minuti circa. Volendo essere certi della cottura si dovrebbe con un termometro da cucina a sonda infilzare il cuore della colomba e la temperatura dovrebbe essere intorno ai 94° o poco più. Se durante la cottura dovesse prendere troppo colore in superficie, coprire con un foglio di carta stagnola.

Una volta pronta, sfornare e infilzarla alla base con dei ferri da maglia (o altri attrezzi rigidi se li avete) in modo fa fare raffreddare a testa in giù. Questo permetterà alla colomba di non collassare e di non perdere la lievitazione ottenuta in cottura.

Se non li avete un pochino cederà ma pazienza, sarà buona lo stesso!

Fare raffreddare tutta la notte, alla mattina spolverizzare con zucchero a velo e confezionare in sacchetti di plastica.

Si conserva a lungo e vi consiglio di prepararla qualche giorno prima della Pasqua, io lo faccio almeno una 5/6 giorni prima.

Per una conservazione più lunga spruzzare il sacchetto o il cellofan con cui la confezionerete con dell’alcool alimentare.

E ora che le ho chiuse nel sacchetto aspetto domenica per mangiarle!

Comunque quest’anno sono davvero felice del risultato, in cottura si sono gonfiate tantissimo, per poi calare una volta torte dal forno, non avevo i ferri per metterle a testa sotto! ;-D

E comunque volevo far notare che gli stampi pagati 2 pezzi la bellezza di 3 euri, si sformano.

Vabbè via se non ci risentiamo prima Buona Pasqua!

p.s. il post era partito come in aggiornamento e quindi anche quest’anno (data di oggi 06/04/2020) ho rivisto la ricetta in base alla mia esperienza maturata negli anni.

  • 2
  • 37
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    39
    Shares
Lievitati Dolci, Ricette Tipiche
PRECEDENTE
SUCCESSIVO

12 Comments

  • Reply
    francesca
    2 Aprile 2012 at 15:08

    Lisa!!! Che brava!! Ho il mio lievito madre in frigo e se sa che non l’ho utilizzato per questo dolce… smette di essere così attivo!!! ^__^
    Scherzi a parte, non sono mentalmente pronta per seguire una così lunga preparazione, magari il prossimo anno… nel frattempo, ho mangiato sì la colomba ma l’ho ri-fatta a modo mio….
    Bacioni,
    Franci

    • Reply
      Lisa
      2 Aprile 2012 at 15:41

      Ehehe in effetti a incastrare i tempi e a starci dietro c’è da impazzire ;-p ma ci si prova!
      Baciii ;-)

  • Reply
    miparevastrano
    2 Aprile 2012 at 15:42

    Il post di Marzo 2008 mi ha messo paura. Non ti devo mai fare arrabbiare! :))
    No, a parte tutto:
    *Pasqua in anticipo LOVE!
    *ma se, tipo… io volessi provare a fare ‘sta colomba SENZA pasta madre? Come si fa?

    • Reply
      Lisa
      2 Aprile 2012 at 15:45

      Bwuahahahah son na bestia! ;-D
      Si fa e come si fa! Non l’ho mai fatta! Però tu potresti andare da Naturasì e comprare la pasta madre secca in busta! ;-)

  • Reply
    Martina
    2 Aprile 2012 at 16:00

    Che lavorone, bravissima! Aspettiamo i risultati :D

    • Reply
      Lisa
      2 Aprile 2012 at 16:02

      Speriamo BBBene!!! ;-D

  • Reply
    Cat
    2 Aprile 2012 at 22:51

    Ma dai non sapevo che da Naturasì vendessero la pasta madre secca in busta! Ma tu dici che una persona che non riesce a tenere in vita neanche una misera piantina, può riuscire a non far morire la pasta madre? Sincera :) Un applauso al tuo esperimento. A me sembra che prometta molto bene. Cat

    • Reply
      Lisa
      3 Aprile 2012 at 09:35

      ;-D Richiede molta costanza più che altro! Dovresti avere la pazienza di fare qualcosa una volta la settimana, almeno io la vdo così, perchè dato che si fa il rinfresco non si può buttare la pasta che avanza! Dunque io quando non devo fare dolci lievitati in genere faccio la pizza o il pane! ;-)

  • Reply
    Martina
    3 Aprile 2012 at 15:26

    Hai fatto decisamente progressi, guarda che differenza con gli anni passati!! Che bella che è venuta!

    • Reply
      Lisa
      3 Aprile 2012 at 15:41

      Grazie tesoro!!! ;-)

  • Reply
    Silvia
    6 Aprile 2012 at 08:56

    che spettacolo questa colomba,Buona Pasqua, un abbraccio SILVIA

    • Reply
      Lisa
      6 Aprile 2012 at 20:13

      Grazie cara un abbraccio anche a te!!!

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.