Spiced pear bakewell direttamente dalla fattoria…

Spiced pear bakewell

Ho recentemente acquistato questo libro;  The Great British Farmhouse Cookbook, su suggerimento di Giulia, avevo avuto modo di sfogliarlo quando siamo andati al FettuntaParty e l’ho trovato bellissimo, per le foto, i disegni, i racconti della vita in fattoria (in inglese ma facilmente comprensibili anche da una capretta come me) ma soprattutto per le ricette.

Oggi, giornata di relax ho deciso di realizzare la prima, ho scelto la Spiced Pear Bakewell, in pratica è una Bakewell Tart speziata, con pere e cioccolato, una bbbomba! Ne avevo già fatto una versione classica con marmellata e la trovate qui.

Vi dirò che questa è una ricetta che richiede tempo, sia per la preparazione che per la cottura, non si deve avere fretta per un buon risultato.

Spiced pear bakewell tart

Le mandorle sono ancora una volta protagoniste, credo sia la prima volta che le abbino con le pere o forse no… dando una spulciata sul blog ho trovato questa torta che a ricordo era decisamente buona.

Ho variato qualche ingrediente e usato il mio solito zucchero di canna per tutto, la torta infatti rispetto a quella che si trova nel libro è diventata un po’ più scura perché ho usato le mandorle sgusciate, ho pelato solo quelle poche da mettere in superficie per decorazione.

Potrei non aver tradotto bene alcuni passaggi ma il risultato finale mi pare che ci sia ;-p.

Ingredienti per la base:

  • 225g farina 00
  • 125g burro freddo tagliato a cubetti
  • 65 g zucchero di canna macinato a velo
  • 1 uovo grande
  • mezzo cucchiaino di cannella in polvere
  • un pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno:

  • 175g mandorle sgusciate macinate a farina
  • 175g burro morbido
  • 175g zucchero di canna
  • 40 g farina 00
  • 2 uova grandi
  • un pizzico di vaniglia in polvere

Ingredienti per la decorazione:

  • 25g mandorle a scaglie
  • 75g zucchero di canna macinato a velo
  • una puntina di cannella
  • acqua calda q.b.

Serviranno inoltre:

  • 2 pere abate (o a vostra scelta altro tipo)
  • 50g cioccolato fondente al 70% di cacao

Si inizia con il preparare la base.

In un mixer versare la farina con lo zucchero, la cannella e il sale, aggiungere il burro e mixare fino ad ottenere un composto sbricioloso.

Aggiungere l’uovo e mixare ancora. A questo punto togliere l’impasto e metterlo su di una spianatoia infarinata. Mescolare molto velocemente fino a formare una palla. L’impasto tende ad essere parecchio appiccicoso per questo si deve essere svelti. Ricoprire con pellicola e mettere in frigo per venti minuti circa.

Nel frattempo preparare il ripieno.

In una ciotola montare il burro morbido con lo zucchero fino a quando diventa bello soffice e spumoso.

Aggiungere un uovo e mescolare fino a farlo assorbire bene, aggiungere anche l’altro.

A questo punto si unisce la farina 00 mescolata con quella di mandorle e la vaniglia e si mescola il tutto con una spatola.

Riprendere la pasta dal frigo e stenderla finemente con il mattarello in modo da formare un tondo da rivestire una teglia imburrata e infarinata da circa 24 cm. Salire sui bordi di circa 4 cm. Bucherellarne il fondo con una forchetta. Mettere nuovamente in frigo per 15 minuti.

Preriscaldare il forno a 200° e una volta pronto infornare la base. Cuocere per 15 minuti circa.

Adesso qui ci sono diverse tecniche per la cottura a vuoto delle basi tipo pasta frolla e similari, c’è chi come suggerisce il libro mette i fagioli all’interno per non perdere la forma, oppure in commercio si trovano delle confezioni di chiamiamoli sassi, appositi per questo scopo, io non avevo né l’uno né l’altro e così mi sono accontentata di fare un cordoncino con della carta stagnola da mettere tutto intorno per sorreggere il bordo.

Torniamo alla ricetta…

Nel frattempo che la base cuoce sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria.

Sfornare la base e spalmarla con il cioccolato fuso (spettacolo!).

Sbucciare e tagliare le pere in quattro parti e ancora ogni parte in 3 fette. Disporle sulla base cioccolatosa.

Versare il ripieno e stenderlo con l’aiuto di una spatola.

Mettere in forno caldo portato a 170° per circa 20 minuti.

Con molta attenzione aprire il forno e cospargere la torta con le scaglie di mandorle. Richiudere e continuare la cottura per 30 minuti circa.

Fate sempre attenzione al colore, quando è bella dorata generalmente è pronta ma io quando preparo queste torte dagli impasti un po’ morbidi per essere sicura di sformarla al momento giusto muovo leggermente la teglia per vedere se il centro è cotto bene, se non lo è lo vedrete muovere tipo gelatina!

Sfornare e fare raffreddare su di una gratella.

Sformare e disporre sul piatto da portata.

Per la decorazione finale preparare una glassa mescolando lo zucchero, la cannella e l’acqua. Con una forchetta cospargere di fili di glassa tutta la torta. Fare solidificare.

Fetta di spiced pear bakewell

WoW è stato un lavorone, non si può negare, generalmente io non mi cimento mai in preparazioni troppo complicate, non che questa la sia perché è si laboriosa ma più per i tempi da aspettare che per altro, alla fine è una torta ruspante, da fattoria! ;-)

Ultima cosa comprate questo libro, è meraviglioso e se vivete in città leggendolo vi sembrerà di immergervi nella campagna…

Torta con libro

  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares
Dolci
PRECEDENTE
SUCCESSIVO

4 Comments

  • Reply
    Juls @ Juls' Kitchen
    1 Giugno 2015 at 18:18

    ti rendi conto che non ho ancora fatto una, dico una ricetta da questo libro?? devo rimediare!

    • Reply
      Lisa
      2 Giugno 2015 at 12:57

      Doh! ma perchè?!? ;-D

  • Reply
    Pattipatti
    2 Giugno 2015 at 14:38

    Mi intriga tantissimo quel libro…. complimenti per la tarte è spettacolare! Un bascione

    • Reply
      Lisa
      2 Giugno 2015 at 15:52

      Prendilo è bellissimo! grazie! ;-)

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.