Rotolo all’arancia

Qualche mattina fa mi è balenata in testa l’idea di preparare un rotolo all’arancia o meglio il biscotto arrotolato, quell’impasto classico di pan di spagna che viene steso nella piastra del forno e una volta cotto, arrotolato e farcito.

Era un sacco che non ne facevo uno!

Chiunque lo guardi non può fare a meno di ricordarsi del classico rotolino da supermercato leggermente alcolico e farcito con crema di burro al cioccolato, chissà quanti grassi idrogenati ingurgitati! Eheheheh >.<

Ad ogni modo questo contiene solo uova, zucchero, farina e una farcia di marmellata di arance ed è leggermente inzuppato con succo di arancia fresco. Ideale per la colazione, si può trasformare facilmente in tronchetto di Natale con le farciture più svariate, ad esempio lo vedrei bene farcito con una crema di castagne e ricoperto di ganache al cioccolato. Slurp!

Insomma è una base molto versatile che si presta bene ad ogni occasione.

Ingredienti per il rotolo all’arancia:

  • 100g farina 00
  • 100g zucchero di canna
  • 3 uova intere
  • 2 tuorli
  • la buccia di un’arancia grattugiata 
  • un pizzico di sale

Ingredienti per la farcia del rotolo all’arancia:

  • marmellata di arance q.b.
  • il succo di un’arancia
  • un cucchiaio di zucchero di canna

Serviranno inoltre:

  • cioccolato bianco q.b.
  • zucchero di canna macinato a velo q.b.

In una ciotola montare con le fruste le uova con lo zucchero, un pizzico di sale e la buccia di arancia, fino a quando l’impasto diventa chiaro e spumoso. L’impasto deve “scrivere” ovvero quando si solleva la frusta quello che cade deve lasciare un segno.

Unire la farina precedentemente setacciata, mescolare con una spatola dal basso verso l’alto per non smontare il composto.

Stendere in modo uniforme l’impasto su di una placca rivestita di carta da forno.

Cuocere in forno caldo a 180° per circa 15/20 minuti. Fare la prova stecchino per verificare la cottura effettiva.

Nel frattempo in un pentolino sul fuoco sciogliere lo zucchero con un cucchiaio di acqua, fare raffreddare ed unire il succo di arancia, mescolare bene.

Una volta pronto il biscotto, sfornare, staccare la carta da forno e trasferire su di un canovaccio spolverato di zucchero a velo. 

Fare raffreddare leggermente poi pennellare con la bagna al succo di arancia. Stendere con una spatola la marmellata su tutta la superficie del biscotto ed arrotolare. In questa fase ci si può aiutare con il canovaccio, in modo da tenere più facilmente tutta la lunghezza del biscotto. Una volta arrotolato avvolgerlo in pellicola trasparente e stringerlo bene in modo da compattarlo.

Sciogliere il cioccolato bianco a bagnomaria e decorare il rotolo, una volta che il cioccolato si sarà indurito cospargere con zucchero a velo.

E la colazione è servita! Mi spiace di non essere riuscita a fare le foto della fetta perché mi ha soddisfatto assolutamente la rotolosità! ;-D 

Sarà per la prossima! ;-)

Oramai ci siamo, manca pochissimo a Natale, quest’anno a casa sarà diverso per svariati motivi e sicuramente non facile, la mancanza del babbo si sta facendo sentire ancor di più. Penso al momento in cui gli avrei dato il suo regalo preferito, il torrone… “non è Natale senza torrone! Cercheremo di passare ad ogni modo delle belle feste e dunque lo auguro anche a voi che mi leggete sempre o che passate occasionalmente, tanti cari auguri!

A presto, Annalisa.

Se ti piace condividi! Grazie!
  • 40
  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    54
    Shares
Dolci
post piu' vecchi
post piu' recenti

2 Comments

  • Reply
    LaRicciaInCucina
    20 Dicembre 2018 at 08:10

    E’ vero!!!! Quanti ne abbiamo mangiati di quei rotoli dolci del supermercato quand’eravamo piccole!!! La mamma lavorava tantissimo e non sempre aveva il tempo di fare qualche dolcetto e così spesso ricorrevamo a quelli confezionati che citi tu. Che dire?! Siamo ancora tutte vive!!!! Ma per non correre rischi…la prossima volta che mi verrà voglia di mangiarne una fetta…proverò questa tua ricetta ;-).
    Carissima Annalisa, ti auguro che queste feste riescano ad essere ‘ più lievi del previsto. Le “assenze forzate”, che dobbiamo subire e cui non ci possiamo opporre, sono difficilissime da vivere ed affrontare…soprattutto se poi riguardano un affetto importante come quello di un genitore.
    Un grande abbraccio

    • Reply
      Lisa
      20 Dicembre 2018 at 08:16

      Eheheheh è vero è vero siamo sempre qui! :-)
      Grazie mille, buonissime feste anche a te, un abbraccio!

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.