Tarte Tatin alle Pesche e Frutti Rossi

Tarte Tatin

La Tarte Tatin potrebbe diventare il mio dolce sostitutivo (estivo) alla classica crostata.

Fa troppo caldo per essere ispirati a fare la crostata, si perchè a me non riesce di farla alla svelta, è una di quelle cose che si preparano lentamente con tutta la loro bella decorazione ma l’altro giorno causa pioggia, noia e ferie ho avuto nuovamente l’ispirazione e ho ceduto. Ne ho preparata una che è durata (come da noi si suol dire “come uno zucchello in bocca a un porco”) un giorno (non scherzo) ce la siamo fatta fuori tutta, in due, una teglia da 25 cm. Così il giorno seguente in preda a: “voglio qualcosa di dolce ma fa dinuovo troppo caldo per impegnarsi” ho pensato di preparare questa.

E’ una torta che non richiede particolare cura, solo un pò di pasta brisè fatta anche alla svelta per non rovinare l’impasto e della frutta fresca (l’originale la vuole con le mele) nel mio caso pesche, lamponi e more. La sua particolarità è che si fa alla “rovescia”, prima si dispone la frutta nella teglia e poi si ricopre con la pasta. Si narra sia nata da uno sbaglio, bè dopo tutto non sempre tutti gli errori portano a qualcosa di male!

Tarte Tatin fetta

Ingredienti per la pasta brisè per una teglia da 26 cm:

  • 200g farina 00
  • 100g burro freddo
  • acqua fredda q.b.
  • un pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno rovesciato:

  • pesche, more e lamponi q.b. (o altra frutta a scelta)
  • 200g zucchero di canna
  • 40g burro

In una ciotola impastare, con la punta delle dita, la farina con il burro a tocchetti e un pizzico di sale. Si deve ottenere un composto sbricioloso e senza lavorare troppo il tutto.

Aggiungere tanta acqua quanto basta ad ottenere un panetto, circa 40 g dovrebbero essere sufficienti in ogni caso aggiungetela man a mano.

Formare il panetto e fare riposare in frigo ricoperto di pellicola.

Nel frattempo lavare i piccoli frutti, sbucciare e tagliare a fettine le pesche.

Preriscaldare il forno, temperatura statica a 200°.

Cospargere la teglia prescelta con lo zucchero, tenendone due cucchiai da parte, disporre la metà del burro a fiocchetti su tutta la superficie e spruzzare con qualche goccia d’acqua. Mettere in forno per qualche minuti fino a quando inizia a caramellare.

Disporre la frutta sul composto caramellato. Cospargere con lo zucchero rimasto e il burro sempre a fiocchetti.

Stendere la pasta fino ad ottenere un disco della misura della teglia, ricoprire la frutta e ripiegare bene i bordi tutt’intorno.

Infornare e cuocere per circa 20 minuti o comunque fino a quando la pasta avrà ottenuto un bel colore dorato.

In cottura noterete dai bordi tutto un sobbollire di sciroppo, è normale, la frutta si disfa e si mescola al caramello. a questo scopo utilizzate una teglia normale e non di quelle apribili, suggerisco anche una con i bordi bassi.

Sformare e capovolgere subito sul piatto da portata, se aspettate troppo si rischia che rimanga tutto attaccato alla teglia e non è bello.

Bè che dire è deliziosa, una crosticina friabile con della succosissima frutta sopra, da leccarsi le dita e i baffi! La mia parte preferita è quella ai frutti rossi e la vostra?

  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares
Crostate & Tartellette, Dolci
PRECEDENTE
SUCCESSIVO

2 Comments

  • Reply
    paola
    30 Luglio 2015 at 06:43

    Ottima,golosa,invitante,ne vorrei un bel pezzo per la mia colazione,felice giornata

    • Reply
      Lisa
      30 Luglio 2015 at 13:05

      ;-) e allora una fetta per te per domani! Grazie!!!

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.