Tart frangipane con pesche e fiori di lavanda

Tart frangipane alle pesche e fiori di lavanda

Puramente d’ispirazione francese questa tart frangipane con pesche e fiori di lavanda è davvero deliziosa.

A qualche settimana di distanza dal mio rientro dalle vacanze, ho sentito la necessità di ricreare in cucina qualcosa che mi portasse alla mente alcuni istanti del mio ultimo viaggio.

La torta che è andata per la maggiore in Camargue è stata la tart au abricot, ne abbiamo assaggiate diverse versioni, tutte profumatissime.

C’era quella di pasta sfoglia con albicocche tagliate in due e gelatina, con pasta brisè, crema frangipane, albicocche a fette e mandorle a scaglie, ognuno ha la sua sua versione che sia il ristorante o la patisserie.

Una volta a casa la tentazione di riproporla è stata davvero forte, le albicocche però sono finite da un pezzo ma abbiamo le pesche che abbondano nel campo e così ho pensato a questa torta.

La base è di pasta sablè, burrosa e friabile, ripiena di crema frangipane che è la parte dominante di questa tart poi ci sono le pesche tagliate a fettine sottili e affondate nella crema, per finire con mandorle a scaglie e qualche fiore di lavanda essiccato a profumare il tutto. Non dimenticate una pennellata di confettura di pesche sulla torta calda appena sfornata.

Non vi nego che la preparazione è abbastanza impegnativa, più che altro per le tempistiche, anche se organizzandosi si può preparare la base il giorno prima.

Tart frangipane con pesche e fiori di lavanda

Ingredienti per la base della tart frangipane con pesche e fiori di lavanda:

  • 160g farina 00
  • 113g burro
  • 30 g zucchero di canna macinato a velo
  • un rosso d’uovo
  • acqua fredda q.b. (circa due cucchiai)
  • un pizzico di vaniglia in polvere
  • un pizzico di sale

Ingredienti per la crema frangipane:

  • 125g mandorle macinate a farina
  • 113g burro
  • 100g zucchero
  • 20g farina 00
  • 2 uova
  • un pizzico di vaniglia in polvere

Serviranno inoltre:

  • una pesca tagliata a fettine
  • confettura di pesche q.b.
  • mandorle a scaglie q.b.
  • un pizzico di fiori di lavanda essiccati

Preparare la pasta sablè.

Impastare la farina precedentemente setacciata, con lo zucchero, il burro freddo tagliato a tocchetti, un pizzico di vaniglia e il sale. Si deve ottenere un composto sbricioloso.

Unire il tuorlo d’uovo e l’acqua poco per volta, tanto quanto basta ad ottenere un panetto sodo.

Avvolgere nella pellicola e mettere in frigo per almeno un’ora.

Trascorso questo tempo stendere l’impasto e disporlo in una tortiera da circa 25 cm, ricoprendo il fondo e i bordi. Bucherellare la superficie e mettere nuovamente in frigo per circa 30 minuti.

Disporre all’interno un foglio di carta da forno ricoperto con le apposite biglie per la cottura in bianco (o i classici fagioli secchi).

Cuocere in forno caldo a 180° per circa 20 minuti.

Sfornare e appoggiare su di una gratella.

Nel frattempo preparare la crema frangipane.

Con le fruste montare il burro con lo zucchero fino a quando diventa soffice.

Aggiungere anche le uova una alla volta, non aggiungere la seconda fino a quando la prima non sia bella incorporata.

Unire anche, mescolando con una spatola, le mandorle macinate setacciate con la farina e un pizzico di vaniglia.

Stendere un velo di confettura sul fondo della tortiera e versare la crema frangipane.

Disporre le fettine di pesca formando un motivo carino sulla superficie e premerle leggermente. Unire qualche scaglia di mandorla e qualche fiore di lavanda per completare il tutto.

Cuocere nuovamente in forno caldo a 180° fino a quando la crema sarà dorata, ci vorranno circa 25/30 minuti.

Sfornare, fare raffreddare leggermente e spennellare tutta la superficie con un poco di confettura precedentemente sciolta in un pentolino sul fuoco.

Fare raffreddare completamente prima di sformare e disporre nel piatto da portata.

Fetta di tart frangipane con pesche e fiori di lavanda

Questa torta è deliziosa! ce la siamo “sbaffata” tutta in un baleno!

Come vi dicevo prima, quando è periodo si possono usare le albicocche al posto delle pesche. Forse non è male nemmeno con la frutta sciroppata in modo da realizzarla anche in inverno.

Che ne dite?

Alla prossima! ;-)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Crostate & Tartellette, Dolci
PRECEDENTE
SUCCESSIVO

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.