Crostata con crema al cardamomo

Crostata con crema al cardamomo

Recentemente queste furbacchione di galline produco molte uova ma tante decidono anche che devono essere mangiate o becchettate da loro stesse. Di certo l’uovo crepato e con la freschezza delle nostre non viene buttato ma utilizzato dalla sottoscritta (solo per le cose che vanno cotte però! non si sa mai!) così ieri sera presa dalla disperazione causa uova che iniziavano ad abbondare, ho pensato di preparare una crema pasticcera, per riempire una crostata.

Non potevo però fare la solita torta della nonnacosì mi è venuto in mente di aromatizzare la crema con il cardamomo. Non tutti conoscono questa spezia, io stessa l’ho conosciuta qualche anno fa (oddio era il 2012) quando partecipai con una mia ricetta al libro C’è Tort@ per Te 2 In Viaggio con I blogger e durante l’incontro ci fu qualcuno che la utilizzò.

Ne rimasi subito colpita, il suo sapore è strano! ;-D a me ricorda quello del limone, è fresco, anche se in realtà non saprei descrivere di cosa sa realmente, comunque mamma ha mangiato la crostata ed ha esclamato: buonissima! il che mi fa supporre che non vi abbia trovato dei sapori “eccentrici” (che lei non ama) all’interno.

Dovete solo comprare questi baccelli piccolissimi, sgusciarli, polverizzarli o lasciarli in infusione a seconda dell’uso che se ne andrà a fare.

Per il resto questa crostata con crema al cardamomo è composta da una semplice pasta frolla, piuttosto burrosa, buona talmente tanto da essere smangiucchiata cruda.

Ho cercato su infernet qualche ricetta di questa crema ed è venuta fuori questa qui, dalla quale poi ho preso la quantità degli ingredienti della frolla ma non della crema, mi sono attenuta alla mia classica, del resto ricetta vincente non si cambia! ;-p

 

Ingredienti per la pasta frolla:

200g farina 0

110g burro

90g zucchero di canna macinato a velo

1 tuorlo d’uovo

buccia grattugiata di limone

 

Ingredienti per la crema al cardamomo:

mezzo litro di latte

60g zucchero

4 rossi d’uovo

30g amido di mais

4 o 5 baccelli di cardamomo

 

Sgusciare i baccelli di cardamomo e prelevare i semini all’interno, mettere nel latte e portare a bollore. Lasciare in infusione fino al momento di preparazione della crema pasticcera.

Preparare la pasta frolla…

Disporre la farina con lo zucchero e la buccia di limone in una ciotola, aggiungere il burro freddo di frigo, impastare velocemente fino ad ottenere un impasto sbricioloso.

Aggiungere il rosso d’uovo, trasferire il composto sulla spianatoia e impastare bene fino ad amalgamare il tutto, si deve ottenere un panetto compatto.

Avvolgere nella pellicola e fare riposare in frigo per almeno mezz’ora.

Preparare la crema…

In una ciotola riunire lo zucchero con i tuorli d’uovo e l’amido di mais, sbattere con una frusta a mano fino ad amalgamare il tutto. Filtrare il latte in modo da rimuovere i semi di cardamomo.

Mettere sul fuoco, versare il latte a filo, continuare a sbattere fino a quando la crema inizia ad addensarsi. Spegnere e togliere dal fuoco prima che prenda bollore.

Lasciare raffreddare coperta con la pellicola alimentare a contatto.

Stendere una parte della pasta molto finemente, conservandone un pò per le decorazioni.

Rivestire una teglia da crostata di circa 20/22 cm, precedentemente imburrata ed infarinata.

Bucherellare il fondo con una forchetta, versare la crema e stenderla uniformemente su tutta la base, decorare a piacere con la pasta avanzata.

Cuocere in forno caldo a 180° per 30/40 minuti circa e comunque fino a doratura della superficie.

Sfornare e fare raffreddare su di una gratella.

Una volta pronta da servire cospargere con zucchero di canna macinato a velo e mescolato con un pizzico di vaniglia in polvere.

E’ deliziosa, molto delicata.

Il mio lui poco fa mi ha detto: “era buona ma sai io cosa ci avrei messo? dei pinoli” 

ehhhhhh ho capito che in realtà ho fatto una nuova versione della torta della nonna! maledizione! ahahahah ;-D

Via, vi lascio per prepararmi ad un entusiasmante minifuga a Chatillon e voi che farete di bello in questi due giorni di festa?

Alla prossima! ;-)

  • 17
  • 16
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    33
    Shares
Crostate & Tartellette
PRECEDENTE
SUCCESSIVO

6 Comments

  • Reply
    Paola
    24 Aprile 2016 at 07:07

    Come ti capisco,avere tants uova e non sapere come smaltirle è un vero problema ma adesso avrai gli albumi,devi pensare a come riciclarli,una mia collega quando ha tante uova prepara la pizza salata di Pasqua anche se non è Pasqua,un abbraccio

    • Reply
      Lisa
      24 Aprile 2016 at 08:04

      Ciao Paola, è una bella idea quella della pizza che so cosa è ma non ho mai fatto! >.< è vero per i bianchi molti avanzati ma ci faccio la ciambella con gli albumi! ;-)

  • Reply
    larobi
    24 Aprile 2016 at 21:41

    ma che carino e ricco di cose belle il tuo blog! felice di averlo scoperto! con te ho in comune oltre all’amore per i gatti quello per i dolci!!! vivrei di torte, cioccolato e altre “dolcezze”…questa torta mi ispira tantissimo! la farò di certo! un abbraccio

    • Reply
      Lisa
      26 Aprile 2016 at 13:12

      Ma grazie! anche il tuo blog mi piace un sacco soprattutto i disegni! Mi sono sempre riproposta di fare qualche disegno pur io e invece non ho mai tempo! >.<

  • Reply
    delizia divina
    26 Aprile 2016 at 22:06

    Che Buona complimenti! !!

    • Reply
      Lisa
      27 Aprile 2016 at 08:17

      Grazie! ;-)

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.