Marmellata di Arance… del giardino!

Marmellata di arance

Finalmente posso dire marmellata e senza temere di sbagliare! Si perchè per chi non avesse ancora chiaro il concetto, le marmellate sono solo di agrumi, tutto il resto si divide fra confettura e composta e non perchè lo dico io ma un decreto legislativo che a me (mi) lascia un pò così.

Un pò di anni fa forse c’era confusione sull’argomento e si generalizzava tutto con il termine marmellata ma anche oggi vorrei proprio vedere chi direbbe;”vieni a mangiare pane, burro e confettura” suona proprio male anzi malissimo!!!

Siamo nati con il “pane burro e marmellata” che sia di arance, fragole o more, questo non ce lo può togliere nessuno e di certo non un decreto!

Marmellata di arance

Detto questo oggi tocca a lei, la marmellata di arance, che non so perchè non mi ero ancora cimentata a preparare. Che sia semplicemente di arance dolci o amare a me piace un sacco e specie nelle crostate. Ho una pianta di arancio in giardino che quest’anno ha dato parecchi frutti così ieri parlando con mia mamma mi è venuta voglia di prepararla, anche a lei piace molto!

L’unica raccomandazione da fare e anche la più importante è che usiate arance biologiche o se sono le vostre ancora meglio, sempre che non tratte la pianta con i pesticidi! >.<

Per la quantità di zucchero che ho scelto di utilizzare mi sono basata sui miei gusti personali, voi potete sempre aggiungere o diminuire facendo delle prove.

E’ una preparazione lunga, credo che sia la più “noiosa”almeno nella fase di preparazione della frutta, perchè bisogna conservare la buccia e poi pulire completamente le arance dalla pellicina bianca, la solita povera amarognola e quasi mai considerata!

Ingredienti per la marmellata di arance:

  • 2 kg di arance
  • il succo di due limoni
  • 1,7 kg zucchero di canna
  • 1 lt circa d’acqua

Con un coltello sbucciare le arance, tenere da parte da la scorza, togliere accuratamente tutta la parte bianca poi tagliarle a pezzetti e metterle in una pentola con un litro d’acqua, deve ricoprire appena il tutto.

Pulire bene dalla parte bianca anche le scorzette tenute da parte, poi tagliarle in listarelle finissime ed aggiungerle alle arance. Unire anche il succo dei limoni.

Lasciare riposare tutta una notte.

Il giorno seguente cuocere il tutto fino a quando le scorzette saranno diventate tenere.

Aggiungere lo zucchero e fare cuocere fino ad ottenere la consistenza desiderata. Potete verificare la cottura versando una goccia di marmellata in un piattino ben freddo, se questa inclinandolo scivolerà lentamente allora è pronta, altrimenti ancora qualche minuto di cottura.

Versare la marmellata nei vasi precedentemente lavati e sterilizzati con una passata in forno caldo, chiudere ermeticamente e capovolgere su di un piano di legno, lasciare così fino al completo raffreddamento.

Noterete che la marmellata è piuttosto scura, è del tutto normale avendo utilizzato lo zucchero di canna. Che poi nel barattolo sembra ancora più scura di quello che in realtà non è, come vedete dalla spalmata sul biscotto. La consistenza è morbida, non mi piacciono le marmellate troppo dure ma nemmeno liquide, il sapore è dolce con quel retrogusto agro che ti lascia alla fine.

Come prima preparazione mi ritengo soddisfatta! E voi che mi dite, vi piace?

Alla prossima! ;-)

Se ti piace condividi! Grazie!
  • 4
  • 17
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    21
    Shares
Conserve & Marmellate
post piu' vecchi
post piu' recenti

4 Comments

  • Reply
    paola
    18 Dicembre 2015 at 06:52

    Che delizia,buonissima per completare un dolce ma anche da mangiare sul pane,buon weekend

    • Reply
      Lisa
      18 Dicembre 2015 at 08:10

      Grazie Paola! Buon week anche a te! ;-)

  • Reply
    Laura De Vincentis
    22 Dicembre 2015 at 15:29

    Questa marmellata ha un aspetto deliziosoe rimane da sempre la mia marmellata preferita! Tanti Auguri di Feste Serene :)

    • Reply
      Lisa
      22 Dicembre 2015 at 23:05

      Grazie Laura! Buone feste anche a te! ;-)

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.