Castagne al miele

Castagne al miele

Eccomi qua come ad ogni autunno che incremento le ricette a base del mio frutto autunnale preferito, le castagne! Potevo non abbinarle ad un altro dei miei prodotti preferiti? nasce così la ricetta delle castagne al miele.

Non è la prima volta che le preparo ma non avevo mai pubblicato la ricetta.

Queste castagne al miele sono immerse in uno sciroppo profumato con vaniglia e un pò di liquore, sono ottime da gustare col cucchiaino oppure abbinate ad uno yogurt o del gelato ma anche come accompagnamento per dei formaggi particolari.

Diciamo che per la mia golosità è un metodo di conservazione alternativo e valido alla confettura anche perché mantiene intatta la consistenza del frutto.

Io ho scelto per la preparazione il miele di acacia, per non compromettere troppo il gusto delle castagne ma si può utilizzare quello che si preferisce. In quasi tutte le ricette come liquore è previsto il rum, io ho utilizzato il nespolino, che ho preparato un anno fa e di cui prima o poi vi darò la ricetta. E’ un liquore buonissimo preparato con i noccioli delle nespole e che faceva sempre il mio babbo.

Infine per l’ingrediente principale, procuratevi castagne (o marroni) belle grosse ma soprattutto sane, per verificare quelle bucate o marce mettetele in una bacinella con dell’acqua, quelle che salgono a galla vanno eliminate.

Considerate per iniziare la preparazione che le castagne prescelte devono stare in ammollo 24 ore, regolatevi con i tempi di conseguenza. Questa operazione di ammollo renderà più semplice sbucciare le castagne.

Con queste dosi si ottengono circa 3 vasetti piccoli… più o meno!

Ingredienti per le castagne al miele:

  • 500g castagne (con la buccia)
  • 100g miele di acacia
  • 150g zucchero di canna
  • 150ml acqua
  • 100ml rum o liquore a scelta
  • mezza bacca di vaniglia
  • sale grosso q.b.

Incidere le castagne orizzontalmente, metterle in una ciotola con dell’acqua e lasciare in ammollo per 24 ore.

Il giorno seguente cuocerle mettendole in acqua fredda con un pizzico di sale grosso, portare a bollore e cuocere per circa 20 minuti.

Sbucciarle delicatamente cercando di eliminare tutte le pellicine, io mi aiuto con uno spelucchino dalla punta finissima.

A questo punto preparare lo sciroppo. In un pentolino di acciaio mettere lo zucchero, l’acqua e la stecca di vaniglia incisa a metà. Portare a bollore mescolando per far sciogliere lo zucchero, una volta pronto togliere dal fuoco.

Unire il miele e mescolare fino a scioglimento, aggiungere anche il liquore e mescolare ancora.

Disporre le castagne nei vasi scelti precedentemente sterilizzati, lasciando almeno 2 cm sotto il bordo.

Togliere la stecca di vaniglia e versare lo sciroppo nei vasi fino a ricoprire le castagne, chiudere ermeticamente con tappi da sottovuoto.

Mettere i vasi in una pentola piena d’acqua e sterilizzare per circa mezz’ora, badate che devono essere ricoperti d’acqua completamente così da creare il sottovuoto. Lasciare raffreddare nell’acqua.

Una volta pronti si possono tirare fuori, asciugare e mettere in dispensa, dove dovranno stare almeno 15 giorni per acquisire tutti i sapori.

Una volta aperto il vasetto le castagne vanno conservate in frigo, per non più di una settimana, per questo consiglio di fare vasetti piccoli così da consumarle subito, anche se non credo ce ne sia bisogno più di tanto se ne siete golosi come me! ;-D

Vi ricordo che per tutte le mie ricette a base di castagne potete cliccare qui.

Alla prossima! ;-)

Conserve & Marmellate
post piu' vecchi
post piu' recenti

2 Comments

  • Reply
    LaRicciaInCucina
    29 ottobre 2018 at 08:35

    Quanto mi piacciono le castagne!!!!! Arrostite, lessate. Vado proprio in brodo di giuggiole quando le vedo in giro.
    Mi piace molto questa ricetta. Devo dire che non le ho mai consumate così. Sono da provare!!
    A presto.

    • Reply
      Lisa
      29 ottobre 2018 at 14:29

      Anche io come te! Ti consiglio di provarle ti piaceranno sicuramente! :-)

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.