La torta trasformista allo yogurt, soffice soffice

torta allo yogurt

Sono delle settimane che non faccio altro che preparare questo dolce, sotto le forme più svariate. Volevamo stare leggeri…

In origine la ricetta tratta da un vecchio libro di casa recava solo il titolo “torta allo yogurt” io l’ho trasformata arricchendola con cioccolato, mele, semi di papavero etc etc e cuocendola in stampi da mini plumcake, a ciambella e da muffin.  In pratica è una base soffice senza burro, con un pò d’olio di semi di girasole (o se preferite anche d’oliva) leggera e soffice, umida, non di quelle che ti si seccano in gola! Buonissima comunque anche al naturale con una buona dose di buccia di limone grattuggiata all’interno.

Io ieri l’ho preparata in versione muffin; bicolori con una parte di impasto bianco e uno mescolato con cacao in polvere… poi fettine di mela affondate nell’impasto al quale ho aggiunto abbondante cannella… la settima scorsa invece aveva vinto la forma a ciambella con dentro cioccolato bianco e al latte in piccoli pezzi. Yummy!

torta llo yogurt

Ingredienti:

500g farina 0

250g yogurt bianco magro

250g zucchero di canna macinato fine

1 bicchiere d’olio di semi di girasole

4 uova

1 bustina di lievito per dolci

buccia di un limone grattugiata

mezzo cucchiaino di vaniglia in polvere

latte q.b.

Sbattere con il mixer in una ciotola le uova intere con lo zucchero fino a quando diventano chiare.

Aggiungere lo yogurt, l’olio, la buccia di limone e la vaniglia continuando a frullare.

Unire la farina precedentemente setacciata con il lievito, mescolare ancora fino a quando si ottiene un impasto liscio e senza grumi, aggiungere un paio di cucchiai di latte per rendere tutto più morbido.

A questo punto potete cuocere in una tortiera classica oppure può iniziare la trasformazione unendo all’impasto come dicevo prima quello che preferite, io devo ancora provarla con l’uvetta!

Per la cottura dato che sto ancora imparando l’uso del MIO forno elettrico, dico che mi sono trovata bene a cuocere a 175° a cottura ventilata per circa mezz’ora nello stampo a ciambella, per i muffin invece un 10/15 minuti mi sono bastati.

Spolverata di zucchero a velo finale, se vi piace!

Come vedete è molto semplice e anche veloce da fare ma con un pò di fantasia può diventare anche un dolcetto sfizioso.

Ultimamente mi sto buttando su queste cose rapide per recuperare tempo e fare altre faccende, del resto era una vita che aspettavo di fare la lavatrice, di pulire un’intera casa, di curare un’orticello, di badare alle galline e il tutto per due! ;-)

E in barba a chi mi tira gli accidenti e tutto il resto io vi dico: ME FELICE!!!

Alla prossima!

  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares
Breakfast & Brunch, Dolci
PRECEDENTE
SUCCESSIVO

7 Comments

  • Reply
    debora
    28 Marzo 2014 at 14:33

    Penso sia bellissimo poter urlare al mondo: SONO FELICE!
    sicuramente anche questi meravigliosi dolcetti hanno un poco contribuito alla felicità…..

    • Reply
      Lisa
      29 Marzo 2014 at 12:22

      Si! ;-) ciao!!!

  • Reply
    Eli
    28 Marzo 2014 at 23:23

    La proverò! Promesso!!

    • Reply
      Lisa
      29 Marzo 2014 at 12:22

      ;-) ciao!

  • Reply
    Peppe
    4 Aprile 2014 at 10:23

    Non avevo mai pensato di preparare la torta allo yogurt come monoporzione…ottima idea!

  • Reply
    Beatrice
    30 Dicembre 2016 at 11:18

    Ciao, ho seguito la tua ricetta ma è rimasta completamente cruda dentro! (l’ho cotta per 30′ a 175° ventilato) devo dire che non avevo lo stampo a ciambella e ho usato uno spampo rotondo, per cui è rimasta piena. non ho potuto prolungare la cottura perché in superficie era cotta

    • Reply
      Lisa
      30 Dicembre 2016 at 12:54

      Ciao Beatrice, mi spiace! le cotture purtroppo come dico sempre vanno un pò secondo il proprio forno, la forma non centra perchè la preparo spesso e anche nello stampo tondo… Si deve sempre verificare la cottura con la prova dello stecchino per assicurarsi che sia asciutta al centro, prima di sfornare, se poi come dici tu sopra era troppo colorita per le prossime volte e in generale per ogni dolce coprilo con carta stagnola (che preserva la superficie)e fai finire sempre e comunque la cottura.

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.