Il Villaggio di Natale in Biscotto

Villaggio

Era da un sacco di tempo che sognavo di fare il Villaggio di Natale in biscotto, l’avevo visto su Pinterest (ovviamente) e mi piaceva l’idea semplice, senza troppe decorazioni, l’aria un pò spettrale quasi a ricordare un paesaggio innevato di un film di Tim Burton.

Sono appassionata di casette di Natale in biscotto e ogni anno ne preparo qualcuna, qui c’è la mia versione classica. Il natale 2013 invece andrà così…

La ricetta sostanzialmente è sempre quella, quest’anno ho variato tipo di farina e messo la vaniglia al posto del limone. E’ una specie di pasta frolla ma molto più friabile, si scioglie in bocca e io la trovo deliziosa abbinata con la glassa che serve da “colla” per le casette.

Queste le sagome per le casette, ho creato un pdf al volo con il telefono… sono quello che sono è… ad ogni modo con un foglio a quadretti e un righello potete farle anche da soli, non ci vuole uno studio! Per la grandezza regolatevi in base al vostro gusto e di conseguenza stampate nella misura scelta.

Le casette piccole si possono usare da appoggiare al bordo delle tazze, per stupire durante un tè i vostri ospiti, oppure tutto bello incartato può essere un’idea regalo carina!

Casa su tazza

Ingredienti per la base:

  • 130g farina di farro
  • 70g fecola
  • 100g burro
  • 70g zucchero a velo
  • 2 tuorli
  • la punta di un cucchiaino di vaniglia in polvere

Mescolare il burro con la farina e la fecola in modo da ottenere una pasta “sbriciolosa”, aggiungere lo zucchero, i tuorli e la vaniglia.

Lavorare molto velocemente, formare una palla e fare riposare un’ora in frigo.

Stendere la pasta nello spessore di circa mezzo centimetro, appoggiare sopra le sagome delle casette e ricavare con l’uso di un coltello affilato le varie parti. Una volte ottenuti tutti i pezzi, con dei tagliapasta e dei beccucci della sac a poche (così fa chi non ha attrezzature particolari come me in casa…) si tagliano via le porte, le finestre e si decorano i tetti, insomma date libero sfogo alla fantasia, non c’è mica una regola!

Disporre su di una teglia ricoperta di carta da forno e mettere in frigo per almeno mezz’ora prima di cuocere. Questo passaggio permetterà alla pasta di non sformarsi troppo durante la cottura.

Trascorso questo tempo cuocere in forno caldo a 180° fino alla doratura dei bordi.

Sfornare delicatamente e fare raffreddare bene.

Alberelli e casette C

A questo punto armati di pazienza, ma nemmeno più di tanta, si devono assemblare le varie parti, anche qui non disponendo di attrezzature apposite, mi aiuto con tazzine da caffè per tenere fermi i pezzi. Eheheh ci si arrangia! Comunque essendo le casette molto piccole a volte non serve neppure.

Ingredienti per la glassa riportati dalla ricetta degli Snowman melting cookies:

  • 1 bianco d’uovo
  • zucchero a velo q.b. (ricavato da zucchero di canna macinato finemente)
  • un pizzico di sale

Montare a neve ferma il bianco d’uovo con un pizzico di sale, aggiungere tanto zucchero a velo quanto basta per ottenere una sorta di “meringa” soda che mantiene la forma. Probabilmente ve ne avanzerà anche, è difficile stabilire quanta se ne deve preparare, nel caso tenetela chiusa in una tazza coperta con pellicola e in frigo, la potrete usare per decorare dei biscotti.

Per “incollare” si mette la glassa dentro a una sac a poche di quelle usa e getta, si taglia la puntina e via! Non che non vadano bene le classiche con un beccuccio di acciaio a punta fine, ma è più semplice avvicinarsi ai bordi con le usa e getta e senza beccuccio.

Spremere un filo di glassa sui bordi dei vari pezzi partendo dalle pareti laterali. Fissare il tetto solo quando le parti sotto sono belle secche, questo per non avere cedimenti strutturali!

Decorazione

Io vado un pò allo sbaraglio per la fretta e ogni volta dimentico che sarebbe buona norma avere dei doppioni dei pezzi, nel caso alcuni si rompessero. Ho la tendenza a stendere la pasta fine fine, con il risultato di pezzetti molto delicati… comunque anche quando si spezzano si recuperano (riattaccandoli con la glassa) certo vedere delle crepe non è bello ma trovatemi una casa che non ne abbia qualcuna!

Per finire si compone il villaggio e si fa magicamente cadere la neve dal cielo ovvero  zucchero a velo a volontà!

Villaggio di Natale in biscotto

Una volta fatte le foto ho smantellato tutto -_- e l’ho disposto in sacchetti sigillati dentro una scatola, così arrivano a Natale. L’ideale sarebbe trovare quelle belle scatole trasparenti, confezionarlo li dentro e tenerlo in bella vista. Tutte cose che non penso neppure a fare, dato che il gatto assassino (Ponyo) mi distruggerebbe tutto in un nanosecondo. Fate conto che non faccio nemmeno l’albero e il presepe… la mia povera nonna non sarebbe felice di vedere le sue antiche statuine di gesso massacrate!

Alberello + casetta

Comunque a tempo debito disporrò tutto su di un bel vassoio e lo porterò in tavola.

Villaggio di Natale in biscotto

Spero di avervi detto tutto… cos’altro mi dimentico!?!?

Se avete domande sono qua ma non mi chiedete quante casette otterrete da questo impasto, perchè ciò dipende dalla grandezza che sceglierete di fare e dallo spessore… dunque non ve lo sto neppure a dire! ;-)

Alla prossima!!!

Biscotti, Ricette di Natale
post piu' vecchi
post piu' recenti

22 Comments

  • Reply
    Milady
    2 dicembre 2013 at 13:48

    che poesia il piccolo villaggio…esauriente il tutorial!

    • Reply
      Lisa
      2 dicembre 2013 at 14:15

      Meno male grazie! ;-)

  • Reply
    Veru
    2 dicembre 2013 at 14:23

    Oddio, voglio farle pure io le casette!!! Belle belle belle!!!!

    • Reply
      Lisa
      2 dicembre 2013 at 14:32

      Grazie mille! Sono davvero semplici da fare!

  • Reply
    Monica
    2 dicembre 2013 at 16:11

    Ma che meraviglia!! Una super ispirazione!

    • Reply
      Lisa
      2 dicembre 2013 at 16:36

      Eheheh grazie! ;-)

  • Reply
    Francesca
    2 dicembre 2013 at 23:59

    … sono senza parole… come una bambina davanti al presepe più bello (e dolce!) che abbia mai visto! Sei stata bravissima, è tutto così candido e fiabesco… vorrei dormire una notte in una casetta, è molto accogliente… :-)

    • Reply
      Lisa
      3 dicembre 2013 at 08:21

      ;-D wow grazie, che belle parole mi hai commosso! ;-)

  • Reply
    Rossella
    3 dicembre 2013 at 10:27

    Quanta pazienza! Invidia a mille!
    Sono anni che mi incito a fare le casette, ma graziose come le tue…dai, scherziamo, non sarò mai capace.

    • Reply
      Lisa
      3 dicembre 2013 at 12:35

      Nooooo non dire così! è facile! Poi sono piccole e i difetti si nascondono bene! ;-)

  • Reply
    Elena
    3 dicembre 2013 at 14:12

    Splendido!!!! Splendido e delicato e credimi non lo mangerei, lo adorerei ogni minuto! Un bacione

    • Reply
      Lisa
      3 dicembre 2013 at 20:08

      Grazie tanto!!! Un bacio anche a te!

  • Reply
    M.
    3 dicembre 2013 at 23:42

    E’ veramente un capolavoro. Bravissima!

    • Reply
      Lisa
      4 dicembre 2013 at 12:37

      Grassie piccola! ;-*

  • Reply
    Silvia
    4 dicembre 2013 at 16:24

    sono meravigliosi così piccini, un abbraccio SILVIA

    • Reply
      Lisa
      4 dicembre 2013 at 17:25

      Grazie mille! Un abbraccio anche a te! ;-)

  • Reply
    trucinette
    4 gennaio 2014 at 15:41

    E’ bellissimo. Sei davvero brava, complimenti!

    • Reply
      Lisa
      6 gennaio 2014 at 21:41

      Grazie mille! ;-)

  • Reply
    sara
    30 novembre 2015 at 09:09

    Ciao Lisa, tanti complimenti per questa creazione, è davvero poetica e suggestiva, è uno splendore! Come hai fatto a creare le tegole nel tetto? Grazie, ciao Sara

  • Reply
    sara
    30 novembre 2015 at 09:13

    Ah, dimenticavo! Ok, non ti chiedo quante casette si ottengono da questo impasto, ma ti chiedo: considerata la grandezza e lo spessore che hai scelto tu, e che vediamo nelle foto, la quantità di “costruzioni” che hai ottenuto tu sono quelle nella foto? :-) Dai, giusto per farci una ideaaaaa ;-) Ciao,grazie Sara

    • Reply
      Lisa
      30 novembre 2015 at 11:28

      Ciao Sara! Intanto mille grazie! Si io ho ottenuto tutto il villaggio che vedi nelle foto, i tetti li decoro con un tagliapasta tondo piccolo, tenendolo leggermente inclinato così da fare la mezzaluna, cone le disegnerebbe un bambino ;-)

  • Leave a Reply

    This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.