I buccellati

Ero partita bene a scrivere il post, ero allegra mentre preparavo i buccellati poi mi sono depressa tutta in un colpo… e ho pure fatto tutto da sola… e anche li avrei voluto l’aiuto del pubblico ma oramai ho capito che ci si aiuta solo facendosi forza su noi stessi. Comunque il post iniziava così:

I buccellati, quei deliziosi dolci tipici della pasticceria Siciliana, come fare senza? Io ogni anno sotto le feste di Natale li preparo.

Mi ricordo che li faceva la mamma di una mia amica quando ero alle elementari e io li adoravo già allora. Ci sono tante ricette in giro e non so quale sia l’originale, so solo che io li faccio così e quando c’è una ricetta scritta a mano nel mio quaderno con l’ok a fianco del titolo,  significa che è per sempre! ;-)

Buccellati

Certo se vi piace di più un tipo di frutta secca piuttosto di un’altra, potete variare la quantità senza problema e farli a vostro gusto.

Ingredienti per la pasta dei buccellati:

  • 250g farina di farro
  • 100g zucchero di canna fine
  • 100g burro
  • 1 uovo grande
  • mezzo cucchiaino di lievito per dolci

Sulla spianatoia impastare tutti gli ingredienti per la pasta. Formale un filoncino e fare riposare una mezz’oretta nel frigo.

Nel frattempo si prepara il ripieno…

Ingredienti per il ripieno:

  • 250g fichi secchi
  • 70g uvetta ammollata in poco rum
  • 50g arancia candita
  • 40g noci
  • 40g mandorle sgusciate
  • 90g miele di acacia
  • cannella e chiodi di garofano in polvere,  noce moscata q.b.

Sminuzzare i fichi secchi, l’arancia, le noci e le mandorle. Io li faccio a pezzetti piuttosto piccoli.

In un pentolino tostare leggermente noci e mandorle dopodichè aggiungere l’uvetta (non strizzatela, il rum evapora!), unire i fichi e il miele.

Cuocere sul fuoco bassissimo per qualche minuto finchè è tutto ben amalgamato.

A questo punto aggiungere le spezie, io vado un pò a naso nel vero senso della parola, amo in particolar modo i chiodi di garofano (li amo così tanto quanto li odia mia madre) dunque una spolverata abbondante di polvere di questi, una grattata di noce moscata e un pizzico di cannella. Ancora una mescolata e via dal fuoco.

Volendo il ripieno lo potete preparare anche il giorno prima, dovrete solo avere l’accortezza di riscaldarlo prima dell’uso perchè ovviamente tende a solidificare ed è difficile da modellare anche solo con il cucchiaino!

I buccellati possono avere tante forme, io tendo a farli a rotolino tagliato a pezzetti. La tecnica più veloce diciamo.

Stendere la pasta in uno spessore di circa mezzo centimentro, stendere un mucchietto di ripieno e formare un rotolino. Tagliarlo a pezzi e decorare i lati con delle palline di zucchero colorate (io le ho trovate bio della Biovegan, con coloranti vegetali!) si attaccano facilmente visto il composto “mieloso”.

Oppure per chi ha più tempo e aimè sempre la solita pazienza… la versione a forma di fiorellino, realizzata con tagliapasta e decorata con un beccuccio della sach a poche a stella…

Cuocere in forno caldo a 180° fino a doratura.

Fare raffreddare  e conservare (se vi riesce) in una scatola chiusa ermeticamente.

E adesso… pancia mia fatti capanna! ;-)

Alla prossima!

Biscotti, Ricette di Natale
post piu' vecchi
post piu' recenti

4 Comments

  • Reply
    Martina
    16 Dicembre 2013 at 17:00

    Questi sono uno spettacolo. Mi sa tanto che li farò!!!
    Ps: crema cioccolatosa fatta … super approvata e super aprezzata … grazie :)

    • Reply
      Lisa
      16 Dicembre 2013 at 17:16

      WoW ottimissimo! Grazie! ;-)

  • Reply
    silvia
    17 Dicembre 2013 at 21:43

    Mi ricordano tanto l’infanzia, e i biscotti che preparava mia nonna!

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.