Chocolate Snickers Bar – Raw Food Goloso

Raw Chocolate Snickers bar

E’ un periodo che ho voglia di cose nuove, di sperimentare.

Su Instagram mi è capitato di seguire alcuni profili che trattano di cibo crudo, il cosiddetto raw food, in pratica per chi ancora non lo sapesse ci sono persone che seguono questo tipo di alimentazione a base di cibi crudi ovvero una dieta costituita principalmente di frutta, verdura e semi oleosi, escludendo tutti i prodotti di origine animale. Alcuni cibi si possono anche “cuocere” a patto che la cottura non superi i 40° (circa) così da lasciare inalterate tutte le proprietà nutrizionali del prodotto.

Non è la prima volta vhe mi avvicino a questa cucina, avevo già sperimentato qualcosa diversi anni fa; delle barrette energetiche con datteri, cocco e mandorle, qui la ricetta se volete dare un’occhiata.

Io non mangio più carne da diversi anni ma non potrei mai rinunciare alle uova, al miele, al burro… per citare alcuni dei miei ingredienti preferiti però ogni tanto provare cose nuove mi piace. Mi sono messa a cercare un pò sulla mia fonte d’ispirazione più grande; Pinterest e così ho scoperto diversi siti che trattano di raw food e il mio stupore nel vedere cosa si può preparare utilizzando solo prodotti vegetali mi ha stupito talmente tanto da voler provare.

Comincio con il mio primo “esperimento” le chocolate snickers bar con la ricetta tratta da qui.

Queste chocolate snickers bar traggono ispirazione dalle famose barrette con cui però non hanno nulla a che vedere, sono un concentrato di frutta secca, cereali soffiati, sciroppo d’acero, olio di cocco e cioccolato. Sono composte da una base croccante, uno strato di “caramello” e la copertura di cioccolato.

Chocolate snickers bar

A volte fa paura quando si vedono tanti ingredienti e ci si approccia ad una cucina diversa, almeno io l’avevo e invece… il primo esperimento mi ha soddisfatta moltissimo.

Qualche nota; per i datteri l’ideale sono i medjool altrimenti si possono usare anche i classici, anche se sono leggermente più duri e piccoli. La crema di arachidi nella ricetta originale era una crema di mandorle, io non l’avevo e l’ho sostituita così. Il riso soffiato può essere sostituito con la quinoa soffiata.

Ingredienti per la base:

  • 4 datteri medjool (o classici) denocciolati
  • 60g crema di arachidi
  • 3 cucchiai di sciroppo d’acero
  • un cucchiaio di farina di riso
  • 6 cucchiai di riso soffiato
  • un pizzico di vaniglia in polvere

Ingredienti per il caramello:

  • 6 datteri medjool denocciolati
  • 2 cucchiai di olio di cocco
  • 20g acqua
  • un pizzico di vaniglia in polvere
  • un pizzico di sale
  • 10 noccioline tostate

Serviranno inoltre:

  • 50g cioccolato fondente
  • 1 cucchiaio di olio di cocco

Per prima cosa preparare la base.

Ridurre i datteri a tocchetti e riunirli in una ciotola con tutti gli ingredienti per la base. Mescolare bene fino a che il composto sarà ben amalgamato. Consiglio prima di unire il riso soffiato di tostarlo leggermente, così che resti croccante nel risultato finale.

A questo punto rivestire con della carta da forno uno stampo rettangolare, nel mio caso non avendolo ho usato un coperchio di una piccola scatola, misura 16×10, bisogna sempre ingegnarsi! Stendere il composto e livellarlo bene, mettere in congelatore.

Nel frattempo preparare il caramello.

Con un mixer frullare i datteri con l’acqua, l’olio di cocco (precedentemente sciolto a bagnomaria) il sale e la vaniglia, si otterrà un composto cremoso. Aggiungere le noccioline e mescolare bene.

Stendere il caramello sopra alla base preparata in precedenza, livellando bene. Mettere nuovamente in congelatore per almeno mezz’ora.

Togliere dal congelatore e con un coltello liscio e affilato ricavare le barrette, nel mio caso ne sono uscite 5 della misura delle classiche che si trovano in commercio.

Sciogliere il cioccolato con l’olio di cocco a bagnomaria e rivestire completamente le barrette. Io ho utilizzato una gratella recuperando il cioccolato caduto su un pezzo di carta da forno, ho messo in frigo a solidificare e poi ho rigirato la barretta e ricoperto nuovamente di cioccolato. Non sono stata molto generosa e ne ho fatto uno strato sottile, voi se volete esagerate pure e ne caso il cioccolato non vi bastasse scioglietene ancora un pò.

Per sicurezza e con questo caldo io le conservo in frigo, anche se tra gli ingredienti non ce n’è niente che rischia di deteriorarsi, l’unico forse é il cioccolato che come lo guardi si squaglia! Nel caso di trasporto incartare le barrette con carta da forno.

Mano a mano che le preparavo assaggiavo i composti e mi piacevano tutti, il risultato finale è barretta davvero golosa e sostanziosa!

Provare per credere! Dai dimmi cosa ne pensi!

Alla prossima! ;-)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Breakfast & Brunch, Veg & Veg
post piu' vecchi
post piu' recenti

No Comments

Leave a Reply