Pasticcini Bistrot

pasticcini bistrot
Vi lascio cosi, l’ultimo post prima della sospirata partenza …

Questi sono una specie di brutti ma buoni, ma piu’ simili alle ossa da mordere, un’ incrocio fra i due… e’ difficile da dire cosa sono .. Per me piu’ semplicemente i pasticcini Bristot, che Francy mi ha portato qualche volta a casa a fine serata di lavoro. Li al Bistrot li servono insieme al caffe’ con altri deliziosi pasticcini fatti da loro, ho cercato in internet per capire da sola la ricetta e ho provato piu’ volte con quella delle ossa da mordere, ma il trucco stava nel fatto che non ci voleva per niente farina, ed e’ cosi che venivano fuori questi semplici dolcetti, leggerissimi e friabili.

476364302.jpg

La ricetta e’ semplice, si mescolano 300g di zucchero al velo con 150g di nocciole ( o piu’ se vi piace ) intere e a pezzi, con un cucchiaino pieno di cacao in polvere e dell’albume, tanto quanto basta per rendere il tutto un impasto bello sodo. Fatto questo si stende col mattarello, si cosparge con zucchero a velo e si fa riposare per un’oretta, o tanto quanto basta a fare seccare la parte sopra. Una volta pronto si tagliano col coltello tanti piccoli quadrettini e si dispongono su una teglia con carta da forno ben distanziati  fra loro. Si cuociono in forno a 160° fino a  quando non diventano belli coloriti. In realta’ dovevano avere un’altra forma, tipo un quadratino regolare con delle gocce deformate ai lati, ma mi son venuti cosi, credo per il fatto che li ho fatti seccare molto piu’ di un’ora.

Questa versione con le relative dosi e’ l’ultima che ho provato, sono andata a tentativi e la metto qui perche’ mi pare la migliore. Logicamente Fra non e’ riuscito ad avere le dosi per questi dolcetti, ha solo portato a casa spezzoni di come si realizzano, ahhhhhh segreti di maestri pasticceri, o meglio pasticcera visto che in questo caso e ‘ una donna !!!

A risentirci al mio rientro fra una settimana !!!!!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Piccola Pasticceria
post piu' vecchi
post piu' recenti

No Comments

Leave a Reply