Kasekuchen la cheesecake tedesca

kasekuchen

Era tanto che non preparavo una torta da frigo, di quelle fredde, che solitamente ti attirano di più in estate ma avevo in casa una confezione di quark in scadenza e così ho deciso di provare a fare la Kasekuchen ovvero la torta al formaggio tedesca, una sorta di cheesecake con la base di pasta frolla al posto della classica di biscotti e burro.

Anni fa quando ancora non eravamo internet connessi, una signora tedesca con la passione per i dolci come me mi parlava di questo formaggio, il quark che diceva impossibile da trovare da noi e che in Germania si utilizzava per preparare la cheesecake.

Io non lo avevo mai sentito nominare ed effettivamente al supermercato non si trovava, fino a quando anni e anni dopo lo avrei ritrovato al negozio biologico dove lavoravo ed avrei scoperto cosa fosse. Per chi non lo sapesse altro non è che un formaggio di latte vaccino, con la consistenza di uno spalmabile leggermente acidulo.

In tutti questi anni non avevo mai provato a fare la cheesecake, fino ad oggi che mi è tornata alla mente quella conversazione, così ecco qui la mia versione. Nel ripieno ho utilizzato la panna al posto del latte e dato che in quasi tutte le ricette era prevista una busta di budino tra gli ingredienti ma io non lo uso, mi sono adattata con quello che avevo e che comunque c’è all’interno di un preparato per budino ovvero; amido, addensante e vaniglia oltre lo zucchero naturalmente.

Devo dire che mi ha soddisfatto parecchio, è molto buona, la frolla poi è cotta alla perfezione anche se temevo l’umidità del ripieno e invece è venuta bella asciutta.

kasekuchen

Per la torta ho utilizzato uno stampo da circa 20 centimetri.

Ingredienti per la base:

  • 200g farina 00
  • 70g zucchero di canna
  • 75g burro
  • un uovo
  • un cucchiaino di lievito per dolci
  • un pizzico di vaniglia in polvere
  • buccia di limone grattugiata q.b.

Ingredienti per il ripieno:

  • 200g quark
  • 200ml panna da montare
  • 90g zucchero
  • 2 uova
  • 30g fecola di patate
  • 3g agar agar
  • un pizzico di vaniglia in polvere
  • buccia grattugiata di limone q.b.
  • un pizzico di sale

Preparare la base…

Impastare la farina precedentemente setacciata con il lievito, lo zucchero e il burro freddo tagliato a tocchetti fino ad ottenere un impasto sbricioloso.

Aggiungere l’uovo, la vaniglia e la buccia di limone tanto quanto basta a profumare il tutto. Impastare velocemente fino a formare un panetto.

Imburrare ed infarinare uno stampo o un anello per dolci, stendere la pasta finemente circa mezzo centimetro e rivestirne il fondo e i bordi, bucherellare la base.

Preparare la crema…

In una ciotola montare lo zucchero con i tuorli (tenere i bianchi da parte) fino a farli diventare chiari e spumosi.

Aggiungere il quark, la vaniglia e la buccia di limone, mescolare bene fino ad amalgamare il tutto.

Unire la fecola precedentemente setacciata con l’agar agar e mescolare ancora.

Aggiungere anche la panna liquida continuando a sbattere con le fruste.

Per ultimo unire i bianchi d’uovo montanti a neve ferma con un pizzico di sale, mescolare delicatamente con una spatola dal basso verso l’alto per non smontare.

Versare nel guscio di frolla e cuocere in forno caldo a 175° per circa un’ora o comunque fino a quando la torta sarà ben dorata e infilando uno stecchino ne uscirà pulito.

Sfornare e fare raffreddare completamente su di una gratella. Mettere in frigo almeno 24 ore.

Anche se è difficile non assaggiarla subito resistete! il giorno dopo è migliore quando i sapori son tutti ben amalgamati e se la riscaldate leggermente riprende sofficità ed è davvero buonissima.

Alla prossima! ;-)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Dolci
post piu' vecchi
post piu' recenti

No Comments

Leave a Reply