Galette alle Pesche e Mirtilli in cambio di una passeggiata!

Galette alle pesche e mirtilli

Non ricordo se vi ho mai raccontato di come finiscono un buon 80% delle mie camminate in montagna quando è stagione di frutti di bosco…

In pratica sono come un cane da tartufi, inizio a fiutare e alla vista dei primi frutti mi fossilizzo li sul bottino! e la camminata si trasforma in una passeggiata lenta a raccogliere i preziosissimi doni della montagna come i lamponi o in questo caso i mirtilli.

Nascono così da una passeggiata in Val di Luce all’Abetone queste galette alle pesche e mirtilli.
Mentre raccoglievo con per altro un mese di anticipo, infatti mai avrei pensato di trovare i mirtilli di questo periodo, pensavo a cosa potevo farci. Sapevo che sarebbero stati pochi per una confettura e allora l’alternativa alle fresche coppe di yogurt bianco con una spruzzata di sciroppo d’acero erano dei dolci da forno. La scelta è ricaduta sulle galette alle pesche e mirtilli perché avevo da consumare anche delle pesche del campo e l’abbinamento era azzeccatissimo.

Per la ricetta mi sono affidata a quella delle galette alle more, con la loro base friabile e il ripieno succulento fatto di frutta cosparsa di zucchero e un pò di fecola di patate.

Per le pesche io ho usato la varietà bianca perché avevo quelle ma vanno bene anche gialle e la quantità a seconda se sono piccolo o grandi, male che vada se ne avete sbucciata una in più ve la mangiate!

Con queste dosi si ottengono due galette alle pesche e mirtilli.

Ingredienti per la pasta brisè:

  • 195g farina 0
  • 100g burro freddo tagliato a cubetti
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna macinato a velo
  • acqua fredda q.b. (circa 3 cucchiai)
  • 1 pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno:

  • 2/3 pesche bianche
  • una tazza di mirtilli freschi
  • 60g zucchero di canna
  • 1 cucchiaio di fecola di patate
  • un pizzico di vaniglia in polvere

Ci serviranno inoltre per la finitura:

  • un uovo
  • un cucchiaio di latte
  • zucchero di canna q.b.
  • succo di limone

Mescolare in una ciotola la farina con lo zucchero e il sale, unire il burro e impastare con la punta delle dita fino ad ottenere un composto sbricioloso.

A questo punto aggiungere poco per volta l’acqua fredda (io ho messo quella tenuta in frigo) partendo con due cucchiai e aggiungendone se non bastasse, impastare fino ad ottenere un panetto.

Avvolgere nella pellicola e fare riposare in frigo per almeno 2 ore.

Nel frattempo preparare il ripieno; in una ciotola mescolare lo zucchero con la fecola e la vaniglia, rovesciare sui mirtilli  e mescolare delicatamente cercando di non romperli.

Sbucciare e tagliare le pesche a spicchi, disporle in un piatto e cospargerle con del succo di limone, in modo che non anneriscano.

Dividere la pasta in due pezzi e stenderli finemente in forma rotonda.

Metterli su di una teglia ricoperta di carta da forno.

Disporre le pesche al centro dei due pezzi di pasta e cospargere con i mirtilli, ripiegare i bordi sopra la frutta. Mettetene pure in abbondanza, anche se vi sembrano troppi, tanto in cottura calano di volume.

Sbattere l’uovo con il latte e pennellare i bordi delle due galette, cospargere tutta la superficie con lo zucchero.

Cuocere in forno caldo a 175° (forno statico) per circa 35/40 minuti o comunque fino a quando i bordi saranno dorati.

Sfornare e fare raffreddare su di una gratella.

Volendo si possono accompagnare (tiepide) con del gelato alla crema, panna semi montata o addirittura acida, ci sta bene secondo me.

Devo confessare che queste galette facevano gola anche da crude!

Certo la pasta brisè non è proprio come la frolla che quando la lavori ci scappa che qualche pezzetto te lo mangi perché è strabuona anche da cruda! Ehhhh mi raccomando assaggiate ingredienti crudi, tipo le uova, solo se siete certissimi della loro freschezza e soprattutto provenienza.

Per concludere, queste galette alle pesche e mirtilli, sono fragranti e succose ma se non le mangiate il giorno stesso che le preparate meglio conservarle in frigo per non più di un giorno. I dolci con la frutta fresca deperiscono in fretta con questo caldo e a volte potrebbero farci trovare brutte sorprese sulle nostre torte (tipo muffina!) se non conservate correttamente.

Potete riscaldarle qualche minuto nel forno prima di servirle e torneranno come appena sfornate, anche se vi dirò son buone pure fredde stecchite!

Bè alla prossima ricetta, dolce o salata… chissà! ;-)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Crostate & Tartellette, Dolci
post piu' vecchi
post piu' recenti

4 Comments

  • Reply
    Marcellina
    26 luglio 2017 at 06:38

    Wow! Molto buono questo gallette! Sei bravissima! Auguri da Australia

    • Reply
      Lisa
      26 luglio 2017 at 08:04

      Hey! Thanx Marcellina!
      i’ve see your blog and i’ve read story about you! Italy in Australia WoW!!!
      :-)

  • Reply
    Laura De Vincentis
    28 luglio 2017 at 11:50

    Che meraviglia! E quanta fragranza e freschezza in queste eleganti gallette! Ti auguro una buona giornata :)

    • Reply
      Lisa
      29 luglio 2017 at 16:53

      Ciao Laura una buonissima giornata anche a te! :-)

    Leave a Reply