Biscotti con burro di arachidi (Peanut Butter Cookies)

Biscotti con burro di arachidi

Ricordo ancora nel lontano 1998 la faccia inebetita (e bellissima) di Brad Pitt (si sono una sua fan!) nel film Vi presento Joe Black quando scopre per la prima volta  nella sua non vita il burro di noccioline, un pò come la mia faccia la prima volta che lo assaggiai, il cucchiaino che ti si appiccica al palato quasi da non riuscirlo a staccare, quel sapore intenso e irresistibile ma di cui non puoi abusare altrimenti ti ritrovi pieno come un uovo. Questa almeno è la sensazione che da a me!

In breve il burro di arachidi altro non è che crema di noccioline macinate finemente e arricchite con zucchero e olio vegetale per cui pare gli americani vadano pazzi, specialmente spalmandolo sul pane con la marmellata.

Premetto che anni fa ne comprai una confezione al supermercato e ricordo benissimo che non mi era piaciuto affatto poi con il tempo ho scoperto la crema di arachidi della Rapunzel che contiene solo noccioline e il loro olio naturale derivante dalla macinatura, tutta un’altra cosa. Per questi biscotti io ho usato la crema, non credo che il risultato cambi di molto rispetto all’uso del burro, se non per la dolcezza e ve lo dice una nocciolina dipendente!

Detto ciò, ho sempre temuto di fare questi biscotti perché se da una parte ci sono molte ricette con burro, zucchero, farina e altri ingredienti vari, dall’altra c’è questa con solo 3 ingredienti ovvero; burro di arachidi, zucchero e uovo. Paura!

Il dubbio era ma come faranno a venire fuori i biscotti? senza farina? e poi in ogni ricetta americana che si rispetti, il nome contiene la parola “chewy”! Ommiodio pure cingommosi! ;-O

Ebbene li ho dovuti provare! e vi dirò che questi biscotti con burro di arachidi non sono male e neppure cingommosi, il giusto. Consiglio di mangiarli uno o due giorni dopo la preparazione, allora si che danno il loro meglio.

Quando impastate gli ingredienti, vi sembrerà che è tutto molle e vi verrà la disperazione ma mano a mano che mescolate si amalgama il tutto. Velocissimi da fare e da cuocere, si sporca solo una ciotola e una forchetta. E il forno? ci vuole di più a riscaldarlo che a cuocere i biscotti!

Se proprio volete esagerare e mettere un quarto ingrediente, può essere un pizzico di vaniglia in polvere.

Ingredienti per circa 15 biscotti:

  • 200g crema di arachidi
  • 180g  zucchero di canna
  • 1 uovo intero

In una ciotola riunire lo zucchero con l’uovo, mescolare con una forchetta.

Aggiungere la crema di arachidi e mescolare con la forchetta fino a quando si ottiene un’impasto modellabile.

A questo punto ungersi leggermente le mani con dell’olio, modellare delle palline, prelevando un cucchiaio di impasto per pallina. Disporle ben distanziate su di una teglia ricoperta di carta da forno.

Con i rebbi di una forchetta praticare un disegno a mò di griglia sulle palline, appiattendole leggermente.

Cuocere in forno caldo a 180° per 8 minuti circa.

Quando la parte superiore diventa opaca, vuol dire che i biscotti hanno raggiunto la cottura ottimale.

Sfornare e fare raffreddare su di una gratella. Da bollenti sono molto morbidi, attendere qualche minuto prima di spostare sulla griglia con l’aiuto di una spatola.

Essendo privi di farina questi biscotti sono adatti anche ai celiaci.

In alcune ricette li ricoprono anche per metà con il cioccolato, oppure li cospargono di zucchero grezzo prima della cottura.

Vi consiglio di provarli altrimenti non potete dire che non vi piacciono! ;-p

Alla prossima! ;-)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Biscotti
post piu' vecchi
post piu' recenti

2 Comments

  • Reply
    Francesca Piccirillo
    11 maggio 2016 at 17:31

    Ciao Lisa,io ho la fortuna di avere mia zia in Canada e quando quelle rare volte ritorna in Italia,me ne faccio portare un barattolo. Ero piccola quando sempre lei me lo fece assaggiare per la prima volta,sai in America è all’ordine del giorno come da noi il pomodoro o la nutella. Ciao Lisa,un abbraccio

    • Reply
      Lisa
      12 maggio 2016 at 08:44

      Ciao Francesca!Cavolo allora chissà quante cose “particolari” che avrai avuto la fortuna di assaggiare! A presto! ;-)

    Leave a Reply